L’Heracles prima allunga e poi soffre nel finale. La capolista mantiene il vantaggio dal Flora 92

Contro i Monti Lepini, l’Heracles ottiene l’undicesima vittoria consecutiva in casa, grazie ad una prestazione ottima per 50 minuti di gioco, ma rimessa in discussione nel finale per alcune amnesie difensive. La compagine di Scauri conferma la prima posizione in classifica, lasciando il Flora a tre punti, a tre giornate dalla fine.

Il leit motiv della gara è chiaro sin dai primi minuti di gioco: possesso palla dell’Heracles e i Monti Lepini chiusi nella propria metà campo, alla ricerca di qualche rapida ripartenza. Le occasioni per i locali fioccano, ma la mira non è delle migliori ed il risultato non si blocca. Gli ospiti impegnano Petrella su schema da calcio d’angolo e lo stesso estremo difensore locale deve superarsi in uscita al termine di un veloce contropiede degli ospiti. Al 15’ è l’Heracles a passare in vantaggio. Colacicco serve un perfetto assist sul laterale a Ferrara, che di prima incrocia in maniera imparabile per il portiere ospite. I Monti Lepini si rimettono in carreggiata al 20’, grazie ad una perfetta chiusura sul secondo palo. Neanche il tempo di battere che Amendola sigla il 2-1, servito al bacio da Corona. Al 25’ Bisecco realizza il suo ventesimo gol stagionale con un micidiale tiro dalla distanza. Allo scadere Colacicco ha la possibilità di realizzare il 4-1, ma spreca malamente a porta vuota.

Nella ripresa, l’Heracles continua a macinare gioco e sugli sviluppi di uno schema su calcio di punizione trova il 4-1 con Amendola. L’errore che commettono i locali è quello di aver già vinto la gara, non concretizzando al meglio alcuni contropiedi in superiorità numerica. Gli ospiti hanno il merito di non abbattersi. Segnano la rete del 4-2 al 15’ dopo un batti e ribatti in area, nato da un calcio di punizione. L’Heracles perde alcuni palloni in fase di possesso, lasciando ai Monte Lepini la possibilità di rendersi pericolosi fino al 4-3, realizzato al 25’. Negli ultimi cinque minuti di gioco, l’Heracles fallisce almeno altre due nitide palle gol, mentre i Monte Lepini s’infrangono contro difesa e portiere ospite senza riuscire a pervenire al pareggio

A fine gara parla Amendola, match-winner di giornata. “Contro i Monti Lepini sapevamo che non sarebbe stata una passeggiata, ma ci siamo anche complicati la vita sbagliando alcuni gol sicuramente alla nostra portata. L’importante è aver ottenuto la quinta vittoria consecutiva e conservato la prima posizione in classifica, lasciando il Flora a debita distanza. A partire da lunedì ci concentreremo sulla difficile trasferta di Nettuno. Mancano tre giornate alla fine e dobbiamo restare concentrati per evitare anche il minimo errore.

HERACLES – MONTI LEPINI         4 – 3 (3 – 1 pt)

HERACLES: Petrella, Conte, Pimpinella, Bisecco L., Ferrara, Macera, Colacicco, Amendola, Corona, Bisecco F.

MONTI LEPINI: Ciuffa, De Angelis, Paganello E., Carosi, Pagnanello R., Vasilescu, De Cave, Ciotti, Cardilli, Anghel.

Allenatore: Bravo.

Arbitro: Luca Guglielmo d Formia.

Marcatori: Ferrara, Colacicco, 2 Amendola, Pagnanello R., 2 Vasilescu.

Note: ammoniti Pagnanello R., Ciotti. Tiri liberi: 0/0, 0/0.                                                                                                                                                       

Angelo Petrella

Ufficio Stampa ASD Heracles

Related posts

Leave a Comment