Stefano Zangrillo e Francesco Traversi formalizzano l’uscita dal Formia Calcio

Tre giorni fa io Stefano Zangrillo e il Vicepresidente Francesco Traversi abbiamo formalizzato l’uscita dalla Società del Formia Calcio. Ringrazio in premessa i nuovi Soci che formeranno il nuovo organigramma per avermi invitato a restare, invito che ho declinato perchè un ciclo è finito ed è giusto che forze nuove portino nuovi propositi, nuovi progetti e si sentano autonome e responsabili, cosi come accadde a noi.

Una decisione la nostra, presa con estrema serenità e con la consapevolezza che la Società sarà in ottime mani e continuerà a fare bene.

Un ciclo che oggettivamente può considerarsi positivo, era rimasto ben poco di questa Società nel all’inizio della stagione 2014 e credo che tanto sia stato fatto. In eredità avevamo ricevuto un fallimento e tanti debiti, una retrocessione, in eredità lasciamo un qualcosa di strutturalmente ben avviato.
Certo che alla mia prima esperienza da dirigente, il mondo del calcio lo immaginavo un pò diverso, pur sapendo che tanto diverso non era da altre esperienze sociali, ma le esperienze si creano con quello che ognuno di noi può dare e quel dare cambia le cose, ma il cambiamento è appunto ciclico.

Sono contento di aver fatto tutto il possibile per aiutare a crescere la Società della mia Città, crescita c’è stata sotto il punto di vista dei risultati sportivi della prima squadra e del settore giovanile. Settore giovanile ridato alla Società della città di Formia dopo decenni di nulla. E’ nata l’Academy per i più piccoli, perche tutto parte da lì e spero che questo progetto continui perchè è importante per il futuro.

Sono stati anni in cui tra mille difficoltà soprattutto economiche, ci siamo sacrificati tutti per trovare risorse. Voglio ringraziare quegli investitori che hanno avuto fiducia nella mia persona. In tre anni, ho fatto un calcolo, nel mio piccolo ho portato 50mila euro al Formia, chi ha investito per dare una mano lo ha fatto perchè ha visto un progetto serio, concreto e e questo deve essere un punto di partenza per il calcio formiano: le persone investono nel calcio se si ha un progetto vero se vedono trasparenza e serietà.

In un mondo come questo posso essere fiero e dirlo a testa alta che la mia opera per 4 anni è stata esclusivamente a titolo gratuito, non ho percepito un solo centesimo dalla Società e sono stato sul campo 8 giorni su 7. Ricordo ancora che con i primi soldi, comprammo subito un pulmino da 15 posti. Dopo 20 anni il Formia ha avuto un mezzo intestato di sua proprietà così come ogni euro risparmiato dalle spese è stato sempre reinvestito in professionalità tecniche o dotazioni per il campo.

L’ho fatto per passione, per creare qualcosa di positivo in questa città in cui è rimasto ben poco, l’ho fatto perchè il calcio è la mia vita ed il Formia porta il nome della terra in cui sono nato.

Altri tornaconti che in questo mondo abbondano, non ne ho avuti e come accade in tutto ciò che si fa di buono, il chiacchiericcio dei miserabili abbonda sempre….e qualcuno che insiste tanto, stia sereno perchè tra qualche tempo potrà continuare a chiacchierare però….davanti a un giudice e poi vedremo….la dignità è il valore più alto dell’essere umano e va difesa ad oltranza dalla calunnia dei miserabili.

Sono felice di aver vissuto questa bellissima esperienza, un’avventura vissuta affianco di formiani veri in Società, in campo, sugli spalti. Abbiamo avuto la fortuna di poter fare calcio in una Società gloriosa dal grande passato pur non avendone i titoli di esperienza, ma è stato il contesto fallimentare raccolto che ci ha dato questa possibilità e credo che tutti l’abbiamo assolta al meglio tra belle cose fatte e tanti errori frutto appunto dell’inesperienza.

Dai nostri errori si deve sicuramente ripartire e migliorarsi per rendere il Formia ancora più grande.

Auguro alla Prima Squadra di continuare a fare bene e al mio amico e Mister Gargano di non mollare e andare avanti cosi, gli obiettivi si raggiungeranno. Tre anni fa e fino a qualche mese fa non ci credeva nessuno, io ci ho sempre creduto. Avanti Mister!

Infine voglio ringraziare tutti coloro che hanno fatto parte assieme a me di questa avventura bellissima durata 4 anni, tra vittorie e gioie, litigi, incomprensioni e chiarimenti tutti ne abbiamo fatto parte, tutti siamo stati il Formia. Grazie ai compagni di viaggio: Alberto Rossini, Antonio Miele, Francesco Traversi, Pierluigi Di Russo, Mino Ingrosso, Domenico Bondanese, Alessandro Rosolino, Gennaro Pernice, Maurizio Zavino, Giuseppe GalluzziEmanuele PuglieseErasmo ScarpellinoPasquale CogliandroAnna Rita PicanoPaolo RussoDI Russo Mario, Bruno Melone, Pasquale Mastroianni, Michele Capodiferro, Giuseppe De Meo, Giacinto D’Amata, Simone Petrone, Renzo Evangelista. Grazie a tutti i calciatori nessuno escluso che hanno indossato questa maglia ed in particolare a Alessio FotiVincenzo ZaccaroFederico Di StefanoMomoli Momoli AccrachiRoberto FiorenzaSandro CarforaGiovanni D’AmoraStefano Di FlorioAndrea ScipioneStefano Volpe. Grazie a tutti gli allenatori del Settore Giovanile e dell’Academy ragazzi speciali. Grazie a tutte le famiglie che hanno sempre creduto nel nostro progetto e continueranno a farlo.
Grazie a tutti coloro che in questi anni hanno amato questi colori e per loro si sono sacrificati in campo e sugli spalti tra momenti difficili e momenti bellissimi.

Ogni fine è un inizio.

Forza Formia Sempre

Related posts

Leave a Comment