Play Out serie C: Il Racing Fondi e’ sconfitto a Pagani e retrocede in serie D

Si infrange a Pagani il sogno salvezza del Racing Fondi. Chiamata a vincere per cancellare il pareggio dell’andata, la squadra rossoblù perde per mano della Paganese e deve dire addio alla serie C. Una sconfitta di misura, dopo una partita scorbutica e tesa come non mai, con i fondani capaci di andare in vantaggio, salvo poi subire l’uno-due che ne ha spento le ultime velleità. Gioia Paganese, finale amarissimo per la provincia pontina, che saluta i professionisti.

Fedele ad una prassi quasi consolidata, e che Pasquale Luiso regala sempre qualche novità in sede di formazione titolare, il tecnico rossoblù presenta tra i pali Cojocaru (alla sua prima presenza in campionato) a rilevare Elezaj, escluso per una scelta di natura tecnica sorprendente fino ad un certo punto, e riproponendo al centro dell’attacco Corvia, affiancato da Nolè. Il modulo di partenza è il consueto 4-4-2, anche in versione 4-2-4, mentre sulla sponda opposta il collega De Sanzo conferma nove degli undici elementi visti all’ opera al “Purificato”, con le varianti di Bensaja nel quintetto di centrocampo al posto di Tascone, ed in extremis quella di Acampora a rilevare Meroni, infortunatosi nel riscaldamento. In avvio di partita sono proprio gli ospiti che danno l’impressione di voler assumere il controllo delle operazioni, con un atteggiamento maggiormente offensivo rispetto ai padroni di casa. La prima chance è però di marca paganese, con Ngamba che dopo cinque minuti viene contrato in area da Polverini al momento di una conclusione da ottima posizione. La sfida è ruvida, specie da parte locale non si fanno complimenti, il gran caldo la fa da padrone, e per vedere una situazione da rete bisogna attendere il 27’, quando è Cernigoi che in velocità conclude a rete chiamando Cojocaru alla prima parata vera del match, mentre due minuti più tardi è Nolé di testa, da posizione ravvicinata, a chiamare Galli all’ intervento su cross di Ciotola. Ma a tre minuti dall’ intervallo, ecco la doppia occasionissima: prima è la Paganese a mancare la rete con Bensaja che, solo davanti al portiere, fa sfumare un superbo assist di Cernigoi, subito dopo è Galli a sventare in angolo una conclusione ravvicinata di Corvia ben servito in velocità da Nolé.

Ed il secondo tempo parte con il botto: azione sulla sinistra di Addessi, palla per Corvia che di petto serve De Martino, la conclusione di quest’ultimo viene respinta nella zona di Ciotola che sul filo dell’ off side insacca sotto la traversa. Gli azzurri stellati sembrano sbandare, mister De Sanzo corre ai ripari inserendo un altro attaccante passando al 4-2-4, ma nel giro di nove minuti trova il pareggio con Cesaretti, che sugli sviluppi di un angolo calciato da Bensaja insacca sottomisura e praticamente indisturbato. I locali, inevitabilmente, prendono forza, ed al 26’ mancano il raddoppio con Cernigoi, il quale di testa sul secondo palo su cross del neo entrato Talamo chiama il portiere ospite ad una spettacolare deviazione. A dieci dalla conclusione è Dinielli, ex di giornata, a cercare il “coast to coast” con un diagonale all’ interno dell’ area che termina di poco a lato, pur con due compagni pronti a ricevere un eventuale assist. L’inerzia della partita è nelle mani della Paganese, che a sei minuti dal gong mette le mani sul match: angolo di Bensaja, testa di Scarpa che batte Cojocaru, in una sorta di fotocopia della prima rete. E’ l’episodio che decide la partita: il Racing Fondi non ne ha più, la Paganese termina in scioltezza e può iniziare la festa con i suoi tifosi. Ai rossoblù solo rabbia e recrminazione.

PAGANESE-RACING FONDI 2-1

PAGANESE: Galli; Acampora (8’ st Talamo), Carini, Piana; Ngamba, Bensaja, Nacci (1’ st Tascone), Scarpa, Della Corte (26’ st Tazza); Cesaretti (20’ st Dinielli), Cernigoi. A disp.: Gomis, Marone, Maiorano, Meroni, Bernardini, Pavan, Grillo, Cuppone. All.: De Sanzo.

FONDI: Cojocaru; Galasso, Polverini, Mangraviti, Paparusso; Addessi (22’ st Corticchia), Vasco (34’ st Pompei), De Martino (22’ st Vastola), Ciotola (16’ st Mastropietro); Corvia, Nolé. A disp.: Manni, Ghinassi, Quaini, Pezone, Rocchino, Tommaselli, Sakai. All.: Luiso.

Arbitro: Zanonato di Vicenza (Palermo-Mittica; quarto uomo: Vigile di Cosenza)

Reti: 3’ st Ciotola (F), 12’ st Cesaretti (P), 39’ st Scarpa (P)

Note: spettatori 1500 circa, giornata caldissima, al 40’ st espulso Cesaretti (P) dalla panchina, ammoniti Scarpa, Nacci, Bensaja, Gomis (P), Polverini, Ciotola, De Martino, Vasco (F); recupero 1’ pt, 5’st

Paolo Russo per Latina Editoriale Oggi

Related posts

Leave a Comment