Da Monte San Biagio anche Francesco Frascogna annuncia il ritiro dal calcio

Speriamo vivamente che cio’ che scrive sul suo profilo facebook  sia da confermare ma a quanto pare Francesco Frascogna portiere titolare lo scorso anno vuole lasciare per dedicarsi ad altro .Di seguito il suo post pubblicato sul suo profilo.

Oggi è arrivato il momento per me di dire stop.

Lascio ciò che ho amato di piu in questi anni, il calcio giocato.​
Sono stati 10 anni fantastici, unici, che porterò com me per tutta la vita.​
Fin da piccolo ho sempre sognato di diventare un grande calciatore e nel mio caso un grande portiere…​
Sognavo di poter un giorno difendere i pali del mio grande napoli, la mia città!
Un sogno che è rimasto tale, ma va benissimo così, anzi…​
Infatti, nonostante non sia riuscito a scalare le vette dei campionati professionistici, posso dire di sentirmi oggi soddisfatto e felice della strada fatta.​
Ricordo ancora il giorno del mio esordio nel campionato di promozione, ancira 17enne. Quasi non ci credevo quando a Itri il mister Mario Caneschi che ringrazierò per sempre, disse il mio nome negli undici titolari. Un’emozione che ricorderò per sempre.​
Da quel giorno è iniziato il mio “viaggio”. Ho continuato a inseguire il mio sogno, dedicando tutto me stesso con grande impegno.​
Ho lasciato la mia famiglia, gli amici di sempree mi sono trasferito a Itri, un piccolo paese del basso Lazio che mai avrei immaginato potesse diventare la mia seconda casa, dove ho conosciuto persone fantastiche, amici con cui ho stretto rapporti unici.​
L’inizio però non è stato dei migliori, ma nonostante due gravissimi infortunii subiti ad entrambe le ginocchia, non ho mai mollatoe dopo i due interventi a distanza di un anno l’uno dall’altro sono ritornato in campo a difendere la mia porta con ancora più “fame” di fare bene prendendomi cosi l’immensa gioia di vincere il campionato da protagonista a Itri.​
Dopo 8 anni unici vissuti a Itri mi sono ritrovato a vivere una nuova esperienza a Monte San Biagio, altro paesino del basso Lazio, qui ho trascorso il mio ultimo anno giicando il mio ultimo campionato.​
Anche questo è stato un anno pieno di emozioni tra cui il mio record personale: aver parato 3 rigori su 6 in campionato di promozione chiuso al quarto posto.​
Adesso ci tengo a ringraziare tutte le persone che hanno, in questi anni, fatto parte di questa mia meravigliosa avventura: compagni di squadra, allenatori, presidenti, dirigenti e tifosi GRAZIE DI TUTTO.​
Mi aspettano ora altri progetti di vita…​
Il gioco de calcio per me sarà sempre qualcosa di straordinario e continuerà sempre a far parte della mia vita, magari in altre forme portandomi nuovi stimoli e nuove esperienze.​
VIVA LO SPORT, VIVA IL CALCIO

Related posts

Leave a Comment