IL CORAGGIO NON BASTA, BOZEN S’IMPONE SU UN BUON GAETA

Altra sconfitta per la MFoods Carburex Gaeta che al PalaResia si arrende ai Campioni d’Italia della SSV Bozen per 35-24.
Risultato ufficiale viziato da un errore di attribuzione del gol del 9-6 che assegna una rete in più agli altoatesini, svista che non influenza però minimamente l’esito finale. Un divario importante che non rende assolutamente giustizia alla buona prestazione della compagine del Golfo, scesa in campo con grinta e determinazione, nonostante le condizioni fisiche non ottimali di Lombardi e Gulam e le pesanti assenze di Sarenac e Ponticella, con il Capitano in panchina solamente per star vicino ai propri compagni ed incitarli.
A fare la differenza son stati la poca precisione (solamente 2/5 dai sette metri) e la mancanza di cinismo dai sei metri, tra errori in contropiede e palle intercettate da Volarevic, autore di grandiose parate e vero punto di forza degli avversari, tra cui si son distinti in fase offensiva l’ala Sonnerer ed il pivot Halilkovic.
In evidenza tra i pontini il top scorer Lombardi con 9 reti, il portiere Randes, oppostosi tenacemente in numerose occasioni, ed un incontenibile Cascone che, nonostante la dura difesa degli avversari, ha saputo ben destreggiarsi sui sei metri realizzando sette reti e beffando più volte il portiere con gesti tecnici pregevoli.
Bozen approfitta dello stop del Conversano con Pressano e si prende la seconda piazza assieme a Brixen e Merano, sul velluto contro Fondi ed Eppan, alle spalle della sempre più capolista Siena. Sassari vince a Trieste ed aggancia Cassano, a riposo per gli impegni europei, che deve però recuperare il derby con Cologne.

LA CRONACA
Bolzano parte meglio e piazza in 120 secondi un 2-0 con Starcevic e Mathà. Lombardi prima accorcia dai sette metri, poi pareggia la situazione al 6′. La gara continua in un botta e risposta fino al 14′ quando gli altoatesini piazzano un parziale di 3-0 che costringe Onelli a chiamare time out.
La situazione però rimane invariata con il Bozen che mantiene intatto il vantaggio e, approfittando di un’esclusione a Santinelli, tra il 24′ ed il 28′ infligge ai gaetani un break di 5-0 e vola sul 16-8. Bliznov e Cascone da una parte, Halilkovic dall’altra ed il primo tempo si chiude sul 17-10.
Equilibrio nei primi cinque minuti della ripresa e distacco invariato fin quando non salgono in cattedra Gulam e Lombardi che accorciano sino al -5 (19-14 al 36′). I troppi errori dai sei metri impediscono però la rimonta e spianano la strada al Bozen, trascinato da un ispirato Sonnerer, che riprende la situazione in mano ed al quarto d’ora scappa sul 24-16. Altra esclusione per Santinelli, Onelli schiera l’extraplayer, ma la mossa non porta frutti e favorisce gli avversari, i quali vanno a segno due volte consecutive con il portiere Volarevic. Con l’incontro ormai saldamente nelle mani dei padroni di casa, entrambe le squadre danno ampio spazio alle seconde linee. Tra le file gaetane trovano maggior spazio anche Viggiano e Ciccolella, che al 57′ realizza la rete del 32-21.
Allo scadere una splendida volante di Gulam sancisce il 34-24 finale.

LA PAROLA A COACH ONELLI
“Per come eravamo messi sapevamo fosse difficile tenere botta ad una squadra che ha due giocatori per ruolo. L’abbiamo affrontata con coraggio, anche perché non avevamo altre possibilità, mi dispiace tantissimo per il risultato, perché è bugiardo ed abbiamo tenuto la partita in piedi fino a 15 minuti dal termine. Sul -5 avevamo alcuni palloni per accorciare ed in totale abbiamo sbagliato più di dieci gol dai sei metri, la maggior parte contropiedi . Sapevamo che Volarevic potesse essere molto pericoloso e disarmante in queste situazioni, ma siamo stati ingenui a schiantarci su di lui. Quando lavoriamo in difesa e davanti a lui non riusciamo a metterla dentro, è difficile tenere il risultato in piedi. I ragazzi però sono stati eccezionali ed hanno dato il massimo, abbiamo cercato di fare ciò che abbiamo provato in settimana: in alcuni momenti lo abbiamo fatto bene, quando abbiamo sbagliato invece ci hanno punito.
Soddisfatto per l’80% delle cose fatte, adesso abbiamo due settimane per lavorare sulla parte fisica e riprenderci per il match contro Bressanone.
A prescindere dalla classifica, che è un po’ bugiarda non solo per noi ma anche per altre compagini, dobbiamo attendere la fine del girone d’andata per fare considerazioni. Se guardiamo il lato positivo, per via degli infortuni stanno giocando e facendo esperienza i giovani, che sono sicuro saranno essere utili alla causa quando saranno chiamati in campo nei momenti importanti.”

IL TABELLINO
SSV Bozen-Gaeta 35-24 (18-10 p.t.)
SSV BOZEN: Arcieri, Gaeta 1, Gufler 3, Halilkovic 6, Innerebner, Martinati, Matha 3, Singh, Sonnerer 7, Sporcic, Starcevic 5, Turkovic 3, Udovicic 4, Viehweider 1, Volarevic 2. All. Dvorsek.
MFOODS CARBUREX GAETA: Bliznov 5, Bottino 1, Cascone 7, Ciccolella A., Gulam 2, Lombardi 9, Pantanella, Ponticella, Randes, Santinelli, Scavone, Uttaro, Viggiano. All. Onelli.

GLI ALTRI RISULTATI
Siena-Fasano 37-30
Eppan-Merano 18-26
Brixen-Fondi 34-24
Trieste-Sassari 25-29
Pressano-Conversano 23-21

Gianmarco Tiralongo
Area Comunicazione Gaeta Sporting Club 1970

Related posts

Leave a Comment