ASD FONDI CALCIO:RICORDO DI MISTER ANTONIO ORTICELLI

Oggi Leonardo Orticelli (classe 2009) nipote di Mister Antonio Orticelli, (figlio di Franco fratello del Mister) ha giocato la sua prima gara con la formazione Pulcini del Fondi a Sonnino. Il suo Mister Salvatore Quinto nel vederlo in campo con la maglia numero 3 (maglia di Antonio), con la fascia di capitano (piu’ volte indossata da Antonio), e soprattutto con i colori rossoblu’ (tanto cari ad Antonio) si e’ commosso, collegando il tutto al giorno particolare di oggi dove ricordiamo i nostri cari che non ci sono piu’. Sicuri di aver regalato ad Antonio un sorriso, certi del fatto che lui ci segue assiduamente da lassu’, e vedendo un Orticelli indossare la maglia rossoblu’ n. 3 e la fascia di capitano, che spesso sono state le sue, siamo sicuri di avergli fatto un omaggio gradito.
Questa societa’ e’ nata nel nome di Mister Orticelli. Tutti coloro che operano in societa’ sono stati amici, allievi e compagni di Antonio.
Massimiliano Noccaro, Giovanni De Santis, Luca Di Fazio, Fabio Recchia, Diego Zizzo, Alessandro Parisi, Aldo Monforte, Salvatore Quinto, Luca Velletri, ora tecnici delle giovanili e della prima squadra e responsabili del settore giovanile hanno condiviso con Antonio anni bellissimi in rossoblu’, avendolo avuto come allenatore, dirigente e soprattutto maestro. Inoltre nella nostra prima squadra giocano tanti ragazzi che con lui hanno vissuto momenti indimenticabili.
Antonio aveva per ognuno di loro la parola giusta, e rigorosamente tramite il dialetto fondano, che usava spesso per affermare il suo credo tramite esempi e proverbi popolari. Con Nicola Ciarlone e tutti questi ragazzi ha condiviso anni calcistici importanti per il Fondi, quelli della risalita dalla Prima Categoria all’Eccellenza.
Ecco perche’ oggi caro Antonio siamo fieri di aver rivisto un Orticelli in campo con la tua maglia n. 3 rossoblu’ e con la tua fascia di capitano. E soprattutto ci e’ scappata anche una lacrima nel vedere Leonardo emozionato nel ricordo dello zio che purtroppo non ha conosciuto ma del quale sente parlare continuamente.
Ciao Mister ti vogliamo bene, e vogliamo ricordare uno dei tuoi cavalli di battaglia che tante volte ci hai ripetuto mettendoci in guardia dai pericoli.
“Pe ne i a feni’ sotto la bcclett hai it a feni’ sott ju camij”

Related posts

Leave a Comment