Icom C88 Volley Cisterna (B2) – Si gioca al Ramadù: domani (ore 17:30) la sfida contro Viterbo

Icom C88 Volley Cisterna torna questo sabato al Campus dei Licei M.Ramadù per la quinta giornata del Campionato di B2.
Ritroviamo finalmente a Cisterna la Icom C88 Volley, il calendario del girone H  l’ha tenuta in trasferta per due giornate consecutive. Quinta gara al Ramadù, in arrivo Vbc Polistampa Viterbo.
Cisternesi che hanno raccolto 9 punti nei primi 4 match, attualmente sono seconde a due punti da Volleyrò.
Reduci dall’ottima prova contro Andrea Doria Tivoli, sconfitta in tre set, Orsi e compagne punteranno a ripetersi in casa contro la compagine del nuovo coach Remo Celeschi.
Girone H molto competitivo e ovviamente solo agli inizi, bisognerà fare attenzione alle squadre con fame di punti: Vbc Viterbo ferma a 2 cercherà di sbloccare la sua situazione. Nel turno precedente è uscita sconfitta dall’incontro interno contro Volleyrò, in una gara molto tirata.
Icom C88 che sta facendo bene in questa prima parte della stagione, torna al Ramadù puntando a mantenere il trend positivo, capitalizzando anche questa gara.
Martina Vaccarella ci fa il punto della situazione.
Quinta giornata, si torna a giocare al Ramadù: com’è l’umore della squadra?
Non vedevamo l’ora di tornare a giocare in casa, la nostra atmosfera serve a tutte noi per mostrare al nostro pubblico quanto di buono stiamo facendo e quanto di buono possiamo fare ancora. Ci piace far emozionare le persone a noi più vicine. 
Viterbo la prossima avversaria, ferma a due punti. Possiamo stare tranquilli?
Sono del parere che con nessuna squadra bisogna stare tranquilli. Mai affrontare una gara con superficialità e soprattutto con Viterbo che viene da due sconfitte e sará carica e vogliosa di fare punti, quindi non ci possiamo proprio permettere di stare tranquilli. 
Soddisfatta dell’andamento in campionato della Icom C88?
Molto soddisfatta ma sono una persona che pretende sempre di più, sia da se stessa che soprattutto dalla squadra e dal gruppo. L’importante è spingere sempre sull’acceleratore perché la Icom C88 può arrivare molto in alto.
 
 
 
Ufficio Stampa: Alessandro Del Giovine

Related posts

Leave a Comment