UN’HC BANCA POPOLARE DI FONDI IN CRESCITA METTE PAURA AL BOLZANO

È una grandissima pallamano quella vista nelle ultime gare al Palazzetto dello Sport di Fondi. Sul 40×20 di Via Mola Santa Maria i padroni di casa ed i Campioni d’Italia del Bolzano hanno dato vita ad una bellissima partita, facendo divertire il folto pubblico presente sugli spalti. Al termine dei 60’ di gioco, nonostante il tabellone segnasse 26-29 in favore dei bolzanini, i ragazzi dell’HC Banca Popolare di Fondi uscivano a testa altissima e andavano a raccogliere il lungo ed accorato applauso dei propri sostenitori.

I rossoblù partivano un po’ contratti e, con grande esperienza, cinismo ed i precisi tiri di Gaeta, gli altoatesini ne approfittavano per allungare sul +3 nel giro di 10’. Nella seconda parte del primo tempo, Giacinto De Santis registrava qualcosa nella difesa fondana, che diventava sempre meno penetrabile; il gioco d’attacco rossoblù, invece, diventava sempre più bello ed efficace, sia in transizione che in gioco posizionale. Risultato: Bolzano Campione d’Italia alle corde, Palazzetto dello Sport di Fondi in delirio e nel giro di pochi minuti – dal -3 -, D’Ettorre e compagni si portavano sul +3 (14-11 al 28°). Con la bella rete di Marino si chiudeva il primo tempo sul punteggio di 15-12, sintomo di una squadra fondana in costante crescita in questa fase di stagione.

Tra primo e secondo tempo, il tecnico bolzanino Dvorsek cambiava il tipo di difesa e tutto ciò sembrava giovare ai padroni di casa, i quali continuavano a giocare ancora meglio e, più volte, si portavano sul +4. Poi, come successo nelle due gare precedenti, saliva in cattedra il portiere avversario (in questo caso Mate Volarevic) che, con diversi doppi interventi dai sei metri, teneva a galla i suoi. A quel punto gli ospiti prendevano coraggio, mentre i ragazzi cari al presidente Vincenzo De Santis perdevano l’entusiasmo dei minuti precedenti, commettendo alcuni errori banali in attacco. Tutto ciò portava la compagine biancorossa ad attaccare il Fondi in transizione, riducendo il gap, portandosi – addirittura – sul +2 a 10’ dalla fine. La gara di concludeva con la quinta rete personale di Oliveira, che fissava il punteggio sul 26-29. Proprio il terzino brasiliano ha parlato al termine del match: “Penso che, senza dubbio, la nostra squadra sta attraversando un periodo di crescita: in ogni partita e in ogni allenamento stiamo alzando il nostro livello. Sabato scorso si è visto e sabato prossimo avremo un’ottima possibilità per dimostrarlo ancora. Purtroppo veniamo da tre sconfitte, ma penso che la squadra si è comportata bene e abbiamo imparato tantissimo da queste ultime tre partite, perciò penso che abbiamo tutto per fare una bella partita”. Il 41 fondano ha parlato del prossimo impegno, quello di sabato prossimo, in casa della Junior Fasano: “Sappiamo che il Fasano è una squadra di tradizione, però andiamo lì per prendere i nostri primi due punti fuori di casa: siamo pari in classifica con loro ed è una partita importantissima per noi, che conta tanto anche per la classifica”.

HC Banca Popolare di Fondi – Bozen 26-29 (P.T. 15-12)

HC Banca Popolare di Fondi: Alves Leal 6, Arena 1, D’Ettorre, Macera, Mangiocca, Marino 1, Miceli, Pestillo 2, Pinto, Pola 5, Oliveira 5, Rosso 4, Sciorsci 1, Soliani, Tenore, Zanghirati 1. All. Giacinto De Santis. 2° All. Francesco Zannella.

Bozen: Arcieri 6, Gaeta 4, Gufler, Halilkovic 5, Innerebner, Martinati, Matha’ 1, Sonnerer 4, Sporcic 1, Starcevic, Turkovic 3, Udovicic 5, Volarevic. All. Boris Dvorsek.

Arbitri: Cosenza – Schiavone.

Related posts

Leave a Comment