GAETA MAGNO GAUDIO: COLOGNE S’ARRENDE 33-3

Cercata, ottenuta, meritata!

La MFoods Carburex Gaeta torna a sorridere e lo fa tra le mura amiche battendo 33-30 il Cologne.
Una partita equilibrata e ricca di reti, disputata nella più totale incertezza con le squadre quasi sempre a braccetto, ma con i padroni di casa ad eccezione di un breve frangente sempre in vantaggio, e scese in campo consapevoli dell’importanza che avrebbe rivestito un’eventuale vittoria.
Ha prevalso il cuore e la maggior fame dei gaetani, a secco di punti da due mesi e mezzo e vogliosi di riscatto dopo tre buone (ma infruttuose) prestazioni contro Brixen, Conversano e Fasano.
Lombardi ne mette a segno 9, ma perde lo scettro della classifica capocannonieri, perché in Pressano-Merano Nikocevic buca 12 volte la porta avversaria e si riprende il primato.
Poco importa, in quanto i numeri non interessano al funambolo argentino che gioca ancora una volta per la squadra sfornando diversi assist e trascinando i suoi alla conquista dei due punti.
Molto bene Santinelli e Gulam, determinante Cascone che nei quaranta secondi finali spegne il tentativo di rimonta dei bresciani guadagnandosi prima un tiro dai sette metri (realizzato da Sarenac) e firmando sulla sirena la rete del definitivo 33-30.
In classifica lo Sporting Club aggancia lo stesso Cologne e l’Eppan a 4 punti. Trieste viene fermato dal Brixen e con Conversano insidia Siena, cascato in casa proprio per mano dei pugliesi, a soli due punti dalla vetta.
Sassari sbanca Bolzano, Pressano s’arrende al Merano, mentre Fondi viene travolto dall’impeto del Fasano.
I rossoblu saranno i prossimi avversari della MFoods Carburex Gaeta in un derby che si preannuncia infuocato e si giocherà in un insolito turno infrasettimanale, mercoledì alle 20 al Palasport di Fondi.
Il Gaeta c’è ed adesso ha bisogno di tutto il calore e dell’affetto dei gaetani!
📝 LA CRONACA
Partenza contratta per entrambe le squadre con gli errori in fase offensiva da una parte e le parate di Randes dall’altra a tenere il risultato inchiodato sul 2-2 nei primi nove minuti di gioco.
L’equilibrio regna sovrano nel primo tempo, con i biancorossi che tentano l’allungo più volte (11-8 al 19′, 14-11 al 25′) con i lombardi bravi a riportarsi sotto prima approfittando di due conclusioni sbagliate da Bliznov e Bottino, poi sfruttando la superiorità numerica dettata dall’esclusione di Uttaro al 26′ realizzando un break di 2-0 (14-13 al 28′). Nell’ultimo minuto Lombardi tira due volte dai sette metri: al primo tentativo ristabilisce il +2, mentre la seconda volta fallisce la rete del possibile 16-13 facendosi ipnotizzare da Manenti.
Inizio ripresa da incubo per la MFoods Carburex Gaeta che subisce un parziale di 5-1 ed al 5′ si trova a rincorrere i lombardi sul 16-18. Bliznov e Sarenac riacciuffano il pareggio (19-19 al 9′), Lombardi sale in cattedra, s’invola sulla fascia e trascina i suoi sul 21-19 al 10′ e sul 24-21 al 15′.
Un minuto dopo l’episodio che cambia volto al match: Gulam s’insinua nella maglie difensive grigiofucsia, ma nel superarle subisce un colpo al volto e rimane dolorante sul parquet. Cologne parte in contropiede, ma Lombardi con esperienza dapprima rallenta l’avversario, poi gli soffia il pallone volando verso la porta. Gli arbitri fermano il gioco per consentire i soccorsi al 19 biancorosso, ma alla ripresa anziché restituire il pallone ai gaetani, lo assegnano ai franciacortini tra le giuste proteste pontine.
Gli ospiti approfittano del nervosismo dei locali per rosicchiare il divario con Pedercini e Bobicic e riaffacciandosi sul -1 al 19′ (25-24).
Lo Sporting Club riacquisisce lucidità ed in meno di un minuto con Santinelli e Sarenac rimette il muso avanti (27-24), seppur non sfrutti l’esclusione di Riccardi per chiudere il match.
Il Cologne ci crede ed al 22′ avrebbe anche la possibilità di portarsi sotto di una lunghezza, ma Randes in spaccata col piede dice di no a Foglia.
Ancora Santinelli e Lombardi con uno dei suoi tanti ormai consueti coast to coast spingono il Gaeta sul 29-25, mentre a quattro minuti dal termine Gulam firma il 30-26 con uno splendido sottomano.
La contesa non è pero finita! Cologne passa alla difesa 4-2 ed a 90 secondi dalla fine guadagna con Riccardi il 31-29. Onelli richiama i suoi per scacciare qualsiasi sorta di fantasma. Tornati in campo, Cascone prima guadagna un tiro dai sette metri che con cinismo Sarenac tramuta nel 32-30, poi servito da Lombardi che in serpentina supera cinque avversari, sancisce la vittoria con il gol dell 33-30. Tutta la gioia dell’ambiente gaetano è racchiusa nella sua esultanza smodatamente gioiosa e passionale, nell’abbraccio ai compagni e nell’ampia ovazione che i tifosi riservano ai loro “ragazzi”. Dopo otto sconfitte termina l’incubo, il Gaeta è tornato ed adesso aspetta con più serenità il derby di mercoledì.
⚽ IL TABELLINO
MFoods Carburex Gaeta-Cologne 33-30 (p.t. 15-13)
MFOODS CARBUREX GAETA: Bliznov 5, Bottino, Cascone 4, Ciccolella, Gulam 6, Lombardi 9, Pantanella, Ponticella, Randes, Santinelli 5, Sarenac 4, Scavone, Uttaro, Viggiano. All. Onelli
METELLI COLOGNE: Barbariga 6, Barcella 5, Barucco 3, Bobicic, 4, Foglia 1, Gandossi, Lancini 2, Magri, Manenti, Mombelli 1, Pedercini 1, Riccardi 7, Thiaw Pape. All. Hodzic
🎙️ LA PAROLA A COACH ONELLI
“Avevamo bisogno di punti, la posta in palio era alta e s’è visto, perché non siamo stati lucidi in alcuni momenti e ci siam fatti prendere dall’ansia non difendendo come dovevamo, forse penalizzati anche dalle esclusioni. 30 gol subiti sono troppi, dobbiamo difendere meglio, perché non è che possiamo fare sempre 33-34 gol a partita. Dobbiamo lavorare molto su questo, infatti non sono contento della prestazione, ma dei due punti sì in quanto so che oggi era difficile per via del fattore emotivo.
Non c’era la percezione di perdere la partita, ma non siamo stati capaci ancora una volta di sfruttare le superiorità numeriche. Quando hai 8 minuti di superiorità non puoi limitarti a fare un gol e prenderne addirittura qualcuno. È una questione psicologica, perché le soluzioni tattiche ci sono, ma sbagliamo dai sei metri o forziamo qualcosa, quindi bisogna ancora lavorare su questo aspetto.
Adesso non c’è tempo per respirare e ci mettiamo al lavoro per la gara di mercoledì, ci teniamo come ci tengono i tifosi e veniamo da un periodo positivo perché anche se abbiam subito delle sconfitte abbiamo sempre avuto il morale alto. A Fasano, campo difficile, abbiamo fatto un’ottima gara, meritavamo i due punti e non ci siamo riusciti. Oggi ce li siamo ripresi, ma dobbiamo continuare assolutamente su questa strada!
Abbiamo uno zoccolo duro in tribuna, sono convinto che mercoledì verrà molta più gente e spero che ci seguiranno fino alla fine del campionato, perché siamo una squadra che rappresenta i colori di Gaeta e li onora sempre!”
🎙️ LA PAROLA A FRANCESCO CASCONE
“Cercavamo questa vittoria e ne avevamo bisogno, ci abbiamo messo l’anima.
Gaeta non arriva rinvigorita al derby, deve arrivare resettata, preparata, calma e non agitata per quanto si possa in un derby. Fondi ha perso a Fasano, ci abbiamo perso anche noi, questo dimostra che i pugliesi non siano una squadretta, noi lo sapevamo, ma non avevano avuto ancora l’occasione di dimostrarlo. Il derby è una cosa a parte e vedremo come andrà!”
📊 GLI ALTRI RISULTATI
Siena-Conversano 21-28
Fasano-Fondi 33-23
Bolzano-Sassari 22-23
Brixen-Trieste 31-23
Pressano-Merano 28-29
Cassano-Eppan 31-21
Gianmarco Tiralongo
Area Comunicazione GSC1970

Related posts

Leave a Comment