Un Formia dai due volti lascia i tre punti all’Ausonia

S.S.Formia/Insieme Ausonia 1/2.
Formia: De Pietto, Agrillo M. (1’ st Nulli), Romano (40’ st Della Corte), Di Lascio (27’ st Agrillo S.), Terracciano, Cassini, Mascolo (1’ st Autiero), Sorriso, Cacciottolo (12’ st Arciello), Sellitti, Basso. A disp.: Salzano, Pasquale, Galli, Improta. All.: Stanziale.
Insieme Ausonia: D’Angelo, Quirino, Di Vito, Gargiulo, Altobelli, Pirolozzi, Ranieri (32’ st Duca), Giustini, Palumbo, Rossini, Zonfrilli (17’ st Fammiano). A disp.: Germanelli, Polverino, Senatore, Fava, Catalano, Pellegrino, Raspaolo. All.: Amato.
Arbitro: Giampietro di Pescara (Camilli-Ceci)
Reti: 3’ pt Di Vito (A), 9’ st Palumbo (A), 17’ st Sellitti (F)
Note: ammoniti Sellitti, Basso, Romano (F), Altobelli (A) recupero 3’pt, 4’st.

Per il commento di questa partita, ci permettiamo di copiare/incollare quasi interamente un post scritto dal Sig. DeRosa, Tifoso del Formia e Poeta.

Partita dai due volti, diametralmente opposti: nel primo tempo l’Ausonia sembrava il Brasile di Pelé ed il Barcellona di Messi, Giustini e Zonfrilli volteggiavano e dribblavano che è un piacere, lanci, finte, sovrapposizioni, imbucate, una sciccheria.
Per oltre mezz’ora il Formia non ci ha capito nulla, un disastro, senza grinta, senza gioco, una pena. Qualche reazione negli ultimi minuti, ma niente di eccezionale tranne il rigore negato a Cacciottolo che prendeva una scarpata in faccia davanti al portiere.
Poi nel secondo tempo la trasformazione.
Il Formia prendeva campo, Sellitti saliva in cattedra, l’Ausonia arretrava il baricentro e le occasioni fioccavano, sino ad arrivare al gol di Sellitti preceduto da un netto rigore non visto dalla casacca gialla. Almeno altre due volte con Basso e Sellitti il Formia poteva pareggiare, ma il portiere ospite era prodigioso. La partita terminava con un vero e proprio assedio del Formia, ma niente, il destino voleva che l’Ausonia portasse a casa tre punti tutto sommato immeritati.

1′ Annotazione: una squadra con quei giocatori, non avrebbe bisogno di fare quelle sceneggiate perditempo fatte almeno tre volte negli ultimi minuti, né sfidare il pubblico come ha fatto un loro giocatore all’uscita.

2′ Annotazione..Non ci si ricorda di essere tifosi del Formia solo in occasione della partita col Gaeta. Ci si aspetta maggior afflusso di spettatori. Pertanto la S.S.Formia ringrazia chi è venuto a vedersi la partita nonostante le pessime condizioni climatiche e la Curva Coni, quella che non abbandona (MAI)

 

Related posts

Leave a Comment