GAETA SPORTING CLUB :UNO SGUARDO AL 2019!

A breve riprenderà la preparazione in vista della seconda parte di stagione, ma prima di proiettarci al 2020 è obbligatorio tracciare un bilancio del 2019.
Un anno particolare, incominciato con l’arrivo di Stanislav Petrychko e Gabriele Randes ed il ritorno di Francesco Aragona, subito integratisi perfettamente nel gruppo, protagonisti insieme ai loro compagni di un cammino straordinario che, nonostante diverse difficoltà, numerosi ostacoli e la mancanza di una nostra casa con quattro impianti al di fuori Gaeta che hanno provveduto a supplire a tale carenza , ci ha visti confermare la categoria ed ottenere un ottavo posto grazie a prestazioni di carattere, ma soprattutto ad un grande cuore biancorosso. E persino azzurro, merito delle convocazioni in nazionale di Lorenzo Uttaro (Under 18) e di Aragona, Di Giulio, Marino e Randes (beach handball), con i primi due protagonisti a luglio nell’europeo disputato sulle sabbie polacche di Stare Jablonki. Nel mercato estivo la società ha modellato ampiamente il roster, salutando Antonio, Aragona, Di Giulio, Marino e Petrychko, accogliendo invece nello Sporting Club i due terzini Bliznov e Sarenac, le ali Bottino e Gulam, il centrale Santinelli ed il jolly Viggiano.
In qualche sfida, soprattutto nella stagione corrente, il Gaeta ha raccolto meno di quanto meritato, ma indimenticabili rimarranno l’en plein nei derby, i due punti salvezza guadagnati a Benevento contro Cologne e la vittoria a Siena contornata da un abbraccio finale con il numeroso pubblico accorso nella città toscana per sostenere i colori biancorossi.

Anche nel 2020 il club sta lavorando alacremente per la permanenza in Serie A1, nella convinzione che ad aprile l’obiettivo sarà centrato nuovamente. Un 2020 che sarà speciale per il Gaeta Sporting Club in quanto, il 17 settembre, festeggerà 50 anni di attività non solo sportiva (secondo club pallamanistico italiano più longevo), ma anche sociale e culturale considerando che da agosto, in collaborazione con l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, ha riaperto le porte del Castello angioino puntando alla rivalorizzazione di uno dei monumenti più importanti della penisola, un luogo dove si incontrano quasi due millenni di storia ed assoluto protagonista dell’Unità d’Italia.

Guardiamo allora a questo nuovo anno con spensieratezza, fiduciosi che l’ardore, la tenacia ed il duro lavoro ci regaleranno tantissime soddisfazioni: ci auguriamo di poterle condividere gioiosamente ancora una volta con voi! #noisiamoilgaeta🐙⚪🔴🤾

Gianmarco Tiralongo
Area Comunicazione Gaeta Sporting Club 1970

Related posts

Leave a Comment