Asd Fondi Calcio: La parola al Direttore Generale Massimiliano Noccaro

Si accendono i riflettori sulla stagione 2022/23, quella della riconferma e della crescita. I rossoblù hanno archiviato un’annata storica, culminata con la semifinale playoff degli Under 16, alla prima partecipazione nella categoria, e la promozione dai Regionali del gruppo 2005, compiendo l’en-plein nel massimo palcoscenico regionale, che è quello Élite. La voglia di migliorare c’è sempre, ed infatti la società ha attuato una serie di cambiamenti per quel che riguarda il parco allenatori; annunciati nei giorni scorsi con dei comunicati ufficiali. Dopo le presentazioni di Bignozzi, Ferrara, Di Fazio – l’unico riconfermato dall’anno scorso – e Pucci, è il direttore generale Massimiliano Noccaro a spiegare le manovre rossoblù e gli obiettivi stagionali. “Speriamo di aver fatto le scelte giuste. Ogni cambiamento porta dei punti interrogativi, che soltanto il campo potrà togliere. In tutte e quattro le categorie stiamo inserendo elementi di qualità. Sono gruppi che possono competere per raggiungere una salvezza tranquilla, e poi andare a giocarsi qualcosa di più importante. Non dimentichiamo che i campionati Élite sono esigenti, ci sono squadre romane che pescano su un bacino diverso dal nostro. Ma secondo me dall’Under 14 alla 17 siamo competitivi. Lo eravamo l’anno scorso, lo saremo ancora di più in questa stagione. Il Fondi darà filo da torcere a tutti”. Noccaro procede con una disamina per ciascuna delle categorie in questione. “Ci eravamo prefissati di arrivare tra le prime tre in modo da ottenere la categoria Élite anche per gli Under 17, l’unico tassello mancante. La scelta di Samuele Bignozzi è quella di dare continuità a questi ragazzi, che hanno fatto un ottimo lavoro con mister Luca Di Fazio. Per nostra linea societaria, ogni due anni cambiamo allenatori. Era arrivato il momento, per dare una ventata d’entusiasmo e delle motivazioni nuove. Secondo me il tecnico di Latina rispecchia il profilo ideale: è giovane, una persona qualificata, un professionista vero. Ha già fatto delle esperienze importanti, e sono sicuro che questo gruppo continuerà sulla scia dei risultati dell’anno scorso. Ci presentiamo da neopromossi, ma con i 2006 abbiamo già fatto un ottimo lavoro. Perderemo un paio di ragazzi, ma ne arriveranno altri di primissimo ordine. Potremo fare anche di più rispetto all’anno scorso”. Poi sugli Under 16 e 15. “Fabio Ferrara rappresenta il profilo che stavamo cercando. Per i 2007 volevamo un allenatore che oltre al profilo tecnico sapesse creare una famiglia. Secondo me in questo è molto bravo. Ha fatto un ottimo lavoro a Formia, con gli Under 15 ha sfiorato la categoria Élite. E’ gratificante promuovere ragazzi del territorio, come lo è lui. Luca Di Fazio l’ho voluto inserire in questa categoria, perché ritengo l’Under 15 come il campionato più difficile in assoluto. Lui è l’allenatore che abbiamo reputato più pronto per questa fascia d’età. E’ un uomo della società, guiderà un gruppo confermato in blocco ed estremamente unito. La maggior parte dei ragazzi sono del territorio, arriveranno due/tre elementi di estrema qualità. Gli chiediamo professionalità, dedizione al lavoro, e di portarla avanti con questo gruppo, perché sono sicuro che ci toglieremo delle soddisfazioni”. Ed infine gli Under 14, guidati da Davide Pucci. “La presentazione che ha fatto il mister mi ha colpito molto. Ha voluto conoscere i genitori, oltre che i ragazzi. Lo seguivo da diverso tempo, ed oltre ad essere una persona per bene, molto preparata, è un ottimo formatore, indicato per questa fascia d’età. Deve accompagnare in un percorso di crescita dei ragazzi che vengono dalla scuola calcio. Non è la categoria più difficile, ma la più complicata. Crediamo rispecchi il profilo ideale che stavamo cercando”.

Related posts

Leave a Comment