Calcio a 5 C2 Maschile Coppa Lazio, Heracles Formia, un altro derby è tuo: 4-1 al Lido Il Pirata Sperlonga.

ASD HERACLES FORMIA

12 Raphael Hectory Giannantonio Molit (GK), 5 Augusto Reis Vanderlei (ALL. \ GIOCATORE), 6 Danilo Francisco Da Silva, 7 Daniele Riso (V.CAP), 9 Vincenzo Zottola, 10 Luigi Vattucci, 11 Pasquale Vastarella, 13 Giovanni Cardillo (CAP), 19 Luigi Diana, 21 Angelo Olivio Nieto, 23 Cristian Di Palma (GK), 28 Cawe Medeiros Segalla. VICE ALLEN. Emanuele Bilancino, DIRIG. ACCOMPAGNATORE UFFICIALE DI SQUADRA: Pasquale Scarpellino, MASSAGGIATORE: Pietro Ticconi.

LIDO IL PIRATA SPERLONGA

12 Marco Russo (GK), 4 Pasquale D’Alterio, 7 Klajdi Kercuku, 8 Massimiliano Triolo (V.CAP), 9 Davide Faticone, 11 Francesco L’Amante, 17 Adam Zitouni, 18 Simone Di Martino, 20 Matteo Di Martino, 22 Salvatore Coppolella (CAP), 26 Christian Di Fazio (GK). DIRIG.ACCOMPAGNATORE: Fabio Padula.

ARBITRO: Danilo Pannozzo (SEZ. di Formia, ma di Fondi, LT).

MARCATORI: 22’ Daniele Riso (1-0) e 28’ Augusto Vanderlei (2-0: F), ST. 4’ Francesco L’Amante (2-1, S), 6’ Daniele Riso (3-1, F), 31’ Angelo Olivio Nieto (4-1, F).

AMMONITI: Vincenzo Zottola (F).

ASSENTI: Francesco Bisecco e Francesco Valerio (F), 6 Riccardo Giuseppe Fantin (S: infortunato durante il riscaldamento nel pre-gara).

DATA: 29\11\2022 H.21

MINUTI HIGHLIGHTS: 22’, 28’ (Goals dell’Heracles), ST. 4’ (2-1), 6’ (3-1), 15’, 28’, 31’ (4-1).

QUINTETTI INIZIALI (ENTRAMBI NEL 1° E NEL 2° TEMPO)

HERACLES: Molit, Vanderlei, Neto, Da Silva, Riso. IL PIRATA: Di Fazio, Coppolella, Kercucu, Di Martino, L’Amante: verso la parte finale dei tempi, Triolo in campo come giocatore e Di Martino che entra al posto di Di Fazio facendo il 5° uomo in campo.

SINTESI

Repetita Iuvant si chiedeva, Repetita Iuvanti si è ottenuto. Derby del Litorale era contro Gaeta Futsal Laudromat, Derby è questo contro Sperlonga. In brevis, di nuovo vittoria nel Derby in Coppa Lazio di C2 Maschile per l’Heracles Formia contro il Lido Il Pirata Sperlonga per 4-1.

All’Impianto Sportivo “Sporting Club Maranola” C\O Stadio “Washington Parisio” in Via delle Fontanelle a Maranola di Formia, si è dovuti aspettare quasi la fine della prima parte di gara per “rompere” lo 0-0.

GARA

1° TEMPO

Il quintetto iniziale caro al “Borgo più bello d’Italia” (e tra i più belli NON SOLO del mondo, ma di tutto il Sistema Solare ….) era un rombo diciamo “isoscele” , stretto e difficile da perforare che obbliga gli avversari a trovare conclusioni dalla linea laterale. Il che è un grosso grattacapo.

Entrambi i teams cercano di segnare, tanto che il team sopracitato trova 2 pali su una stessa azione. C’è voluto pure il portiere italo-brasiliano Giannantonio Molit a uscire anche quasi a “kamikaze” su Di Martino che approfittava di una indecione difensiva avversaria.

I vari tiri in diagonale lato destro della porta difesa da Di Fazio ad opera di Vanderlei e Vincenzino Zottola sono più tiri “da precisare” che da sfiorare il palo. E, nei tentativi per via centrali, da scudo fanno Coppolella e compagni. Ecco che a 8’ dal termine del 1° Tempo, ci pensa “uno” che non è brasiliano (ma napoletano) che comunque danza col pallone tra i piedi, ovvero Daniele Riso: diagonale quasi sotto al set che il N°26 non può nulla. Ed è 1-0.

Il calcio totale è anche nella mente “do Paulista” (Vanderlei): anche Giannantonio Molit va avanti serve un assist proprio per il N°5 che tira preciso è mette dentro al 28’: ed è 2-0.

2° TEMPO

Al ritorno in campo, i “Pirates” continuano a pressare e dimezzano lo svantaggio con Francesco L’Amante su uno schema fatto a mestiere al 4’. Ed è 2-1.

Quando prendi ustioni, botte o altro o se hai un problema, la migliore soluzione è risolverlo subito. E chi può farlo se non colui che, col pallone (per questa categoria), manda in crisi gli avversari? Daniele Riso: dopo 2’, tira basso sempre da sinistra e per Di Fazio nulla da fare: 3-1.

“O Time dos Brasileiros” con calma gestiscono, facendo entrare anche Vattucci, Vastarella e capitan Giovanni Cardillo (ex – Bagnino di salvataggio: lo si vede come combatte in campo), il team della zona Bazzano fa entrare Triolo (un guerriero), Zitouni, D’Alterio. Da una parte e l’altra si sfiora il goal: prima Riso al 15’ e poi Vaticone che colpisce la palla di testa piena, dopo aver ricevuto un lancio dalla difesa, ma la “santa” mano di Molit toglie ogni pericolo.

Gli “ercolini” chiudono la pratica facendo “Carpe Diem” ad un errore difensivo: Di Martino fa il 5° uomo in campo e si alterna con Di Fazio. Ad un certo momento, nell’entra e esci \ entra e esci, non si intendono. Qua, Angelo Olivio Neto aguzza la vista e, a porta spalancata, mette dentro dopo 1’ di recupero. E’ goal finale di 4-1.

A fine gara, coadiuvato da una bella tifoseria di parte formiana, gioia per i locali. Prossimo turno. Per l’Heracles ci sta la trasferta a Terracina su un campo da battaglia: sarà tosta.

IN PHOTO: 12 Raphael Hectory Giannantonio Molit (GK) in training b4 a match

ALDO CONTE

Related posts