Antonio Miele si dimette da Ds del Formia1905

Antonio Miele: “Un progetto che sia calcistico o altro, prima o poi presenta i limiti a chi lo ha creato.E’ sinonimo di intelligenza e di responsabilità, se uno capisce che il limite è raggiunto, e non potendo andare oltre, o lo rende costante o si fa da parte.Raccolsi tre anni fa l’invito del presidente Rossini di allestire una squadra con risorse finanziarie limitatissime che potesse ridare dignità alla nostra città sprofondata nell’anonimato del calcio.Accettai la sfida consapevole delle difficoltà ma certo di potercela fare nonostante la credibilità perduta.E così è stato. Un secondo posto il primo anno, la vittoria del campionato l’anno successivo ed una salvezza ottenuta con largo anticipo quest’anno,Tutto questo non è bastato a riaccendere la miccia dell’entusiasmo con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti.Non potendo andare oltre e non potendo rendere costante il progetto ho deciso di farmi da parte.Non lo ritengo un atto di codardia altrimenti non avrei accettato una sfida quasi impossibile inizialmente, ma una presa di coscienza nella consapevolezza che le aspettative di molti sarebbero andate in una direzione diametralmente opposta.Ho dato sempre il massimo di me stesso e laddove ho commesso degli errori, gli stessi sono stati fatti in assoluta buona fede.Avrei voluto che gli ultimi due anni si fossero conclusi diversamente nei confronti di alcuni tesserati ma le problematiche che ci hanno coinvolto non lo hanno reso possibile.Per questo chiedo loro scusa portando con me la parte relativa alle mie responsabilità.

Nel frattempo la società è cresciuta con un settore giovanile che ha raggiunto ottimi risultati e che potrà fungere da serbatoio per la prima squadra, con figure dirigenziali di rilievo.

Una su tutte ritengo sia quella di Stefano Zangrillo che sono certo riuscirà grazie alla sua bravura e alle sue competenze a portare il Formia calcio a raggiungere risultati prestigiosi che la nostra città merita.Il mio impegno del mondo del calcio non si ferma, proseguirà laddove ci saranno, se ci saranno, i presupposti per poter iniziare un nuovo ciclo.

Il mio cuore resta qui, certo di aver dato tutto me stesso e anche oltre.

Auguro a tutta la società, ai tesserati, agli addetti e ai tifosi le migliori fortune per il raggiungimento di traguardi sempre più prestigiosi.

Sempre e solo FORZA FORMIA”

Related posts

Leave a Comment