Futsal Serie A2F:Da Tuttofutsal “IL BOMBER DEL POPOLO”

Nel Futsal come nel Calcio a 11 ci sono quei giocatori , in questo caso giocatrici, con cui vorresti giocare sempre, quelle a cui daresti la maglia della tua squadra perchè hai la certezza che la difenderà sempre, che sarebbe disposta a dare il sangue per quella maglia che tu ritieni sacra. Quelle giocatrici che, quando devi affrontare da avversario, ti strappano sempre un applauso, pure se ti legheresti le mani piuttosto che applaudire, non puoi farne a meno, perchè sono l’essenza del futsal e tu sei innamorato di questo gioco grazie a loro.
Quelle giocatrici che, se fai gol mentre fai la partitella a calcio a 5 con gli amici , ti fanno allargare le braccia e urlare “Il bomber del popolo!” . Quelle che ti fanno dire agli stessi amici “voi guardate cr7, io domenica vado a veder giocare Brenda Moroni” .
Brenda Moroni è una di quelle di giocatrici di cui parlavo prima, quelle che danno tutto per la maglia, che consacrano la propria vita al calcio. Lei inizia da..sempre, dai pulcini, poi come molti giovani calciatori e calciatrici si trova davanti al bivio. Va decisa verso il futsal, prima L’Aurelio di Giorgio Regni e poi, per 6 anni la Lazio . Nel 2008 a 18 anni arriva lo scudetto. Negli anni successivi una Coppa Lazio e il Campionato Regionale under 21. A seguire il trasferimento al Real Statte, poi un anno all’Acquedotto e ancora al Real Statte prima di lasciare la massima serie per approdare al Dona Style Fasano, ancora Puglia con il Bisceglie.
E arriviamo al presente, alla Vis Fondi Calcio a 5 Femminile di Mister Emilio Cibelli, ai gol spettacolari, alle esultanze verso i tifosi. Ma anche alle delusioni miste ad ingiustizie, il gol dopo la sirena dei play off dell’anno scorso, i gol negati di quest’anno. Tutto pero’ sempre con la stessa constante, la testa alta e la maglia madida di sudore. Perchè Brenda Moroni sara’ sempre l’ultima a mollare e continuerà a regalarci grandi momenti di futsal come lo “scorpione alla Ibra” anzi…lo “scorpione alla Bomber del Popolo”.

Related posts

Leave a Comment