Futsal Serie C1:Il Città di Fondi pareggia in casa contro il club Roma futsal .

I fondani entrano in campo convinti, forse troppo e dopo qualche minuto conducono per 2-0 la gara,con i goal di Caparone e Giordani,
ma fin da subito appaiono poco lucidi in difesa e spreconi sotto porta,
tanto che al decimo del primo tempo, gli avversari rimontano2-2 , con almeno 4 palle goal non finalizzate dal Fondi .
I padroni di casa continuano a macinare gioco, andando in rete due volte con L’amante, ma a pochi minuti dall’intervallo, il club Roma futsal accorcia le distanze e si va alla ripresa con il risultato di 4-3.
Nel secondo tempo ,cambia poco la musica, i rossoblu continuano a perdere lucidità e si fanno rimontare 4-4.
Caparone sigla la rete del 5-4, ma lo stesso sbaglia per due volte un’occasione d’oro a portiere ormai smarcato .
Gli avversari ne approfittano degli errori fondani e trovano la rete del pareggio a pochi minuti dalla fine.
A poco serve il quinto uomo schierato da Bacoli , le occasioni ci sono, ma oggi il Fondi la butta fuori .
Finisce 5-5 contro il club Roma futsal.
Di seguito le parole di mister Bacoli a fine partita :
“C’è molta delusione per la prestazione maturata ieri, siamo tutti molto amareggiati.
Vincere ed offrire una prestazione come quella di sabato scorso in casa di una squadra come l’Hornets, capace di espugnare ieri il campo del Pomezia, per poi perdere occasioni come quelle di ieri ha poco senso.
Abbiamo sbagliato tutto tutti, ma il processo di crescita dei tanti giovani e di conseguenza dell’intera squadra passa anche per questo tipo di partite e situazioni che riguardano quasi esclusivamente dall’aspetto mentale.
Ovviamente sono il primo a prendersi le responsabilità, sbagliando si impara e sono sicuro che in futuro farò tesoro dell’esperienza della brutta partita di ieri.
Detto questo, parlando con capitan Lauretti dopo la partita ci si è concentrati sul bicchiere mezzo pieno;dobbiamo prendere il buono dalla giornata di ieri per prepararci la prossima settimana nella maniera più idonea per affrontare una battaglia sportiva quale sarà quella ad Albano.
Lo dobbiamo solo a noi stessi, all’impegno che mettiamo tutti da agosto, società inclusa.
Se riduciamo il tutto alla classifica perdiamo qualcosa, ribadendo che quello deve essere un assillo di altre squadre, di squadre che hanno investito tanto ad inizio stagione e lo hanno poi rifatto in questa finestra di dicembre, non certo il nostro.Noi dobbiamo tornare a casa dopo gli allenamenti e dopo il sabato con la consapevolezza di aver fatto il possibile, di aver dato tutto e ieri per la prima volta in stagione non è successo.”

Related posts

Leave a Comment