Il progetto etico #Accendiamoilrispetto di Top Volley e AbbVie davanti a 300 studenti insieme alla Consar Ravenna. Al Vincenzo Randi con Sottile, Saitta, Ter Horst e Bonitta.

RAVENNA – «Dopo questo incontro ho rivalutato quello che i miei genitori mi dicono continuamente riguardo i rischi della rete e dei social network» ha spiegato uno degli oltre 300 studenti dell’istituto Vincenzo Randi di via Marzabotto a Ravenna che questa mattina sono stati coinvolti nella tappa fuori-regione di #Accendiamoilrispetto, il progetto etico di Top Volley Cisterna con il supporto di AbbVie e la partecipazione del Consar Ravenna. Le due squadre ieri si sono affrontate sul campo di gioco e il giorno successivo sono andate insieme a parlare di rispetto delle regole agli alunni: Daniele Sottile per la Top Volley con Davide Saitta, Thijs Ter Horst e il coach Marco Bonitta per la Porto Robur Costa, altra società che partecipa al campionato di Superlega. «Come al solito è un grande piacere essere presenti a questi incontri, finora in cinque anni abbiamo coinvolto oltre 10mila studenti e l’appuntamento di Ravenna è stato molto bello con gli studenti molto attenti e partecipativi» ha spiegato Sottile. «Uscite di casa, riappropriatevi del piacere di giocare nei cortili e spegnete gli smartphone, fate come me che ho chiuso il profilo su Facebook perché mi toglieva troppo tempo e mi distraeva» ha aggiunto Saitta, neo papà della piccola Noemi. Anche Ter Horst ha sottolineato l’importanza dell’uso consapevole dei social mentre Bonitta ha anche aggiunto: «sto scoprendo un mondo di cui non sapevo molto e penso che i social possono essere un problema se usati senza regole». Il progetto, giunto al quinto anno consecutivo, ha il patrocinio della Polizia di Stato e a Ravenna, insieme ai giocatori, c’erano anche il vice ispettore Anna Rita Andraghetti e il sovrintendente Stefano Guidi della Questura di Ravenna, divisione Anti Crimine. 
La piccola Letizia, del Vincenzo Randi, ha interloquito con i giocatori e gli agenti di Polizia, diventando parte integrante dell’appuntamento e poi aprendo la strada a tantissime altre domande che sono letteralmente piovute dagli studenti.

Andrea Montecalvo, public affairs di AbbVie, ha prospettato agli studenti i rischi e le opportunità della rete. «Il rispetto delle regole a 360° deve essere il punto di partenza, così come il dialogo con i genitori, con gli insegnanti e con la Polizia di Stato – ha chiarito – il personale in divisa sa ascoltare e consigliare, ci dobbiamo sentire rassicurati dalla loro presenza». L’evento è stato moderato da Giuseppe Baratta, della comunicazione della Top Volley, con la presenza di Federica Mantovani (AbbVie) e la collaborazione di Paolo Badiali, Teresa Arfelli, Massimo Montanari e Tamara Pantalone del Consar Ravenna. 

In apertura ha preso la parola Mirco Banzola, il dirigente scolastico del Vincenzo Randi, con la presenza di Paola Presicce, Maria Motta, Elena Argelli e Mariella Toscano, mentre Roberto Fagnani, assessore allo sport del Comune di Ravenna, ha sottolineato «l’importanza della pratica sportiva come momento di aggregazione e per promuovere messaggi positivi». L’evento verrà replicato anche in occasione della partita con Trento.

Related posts

Leave a Comment