L’HC BANCA POPOLARE DI FONDI CADE A TRIESTE

È inutile negarlo: dopo i tre risultati utili consecutivi, ci si aspettava ben altra prestazione dall’HC Banca Popolare di Fondi che, nella 5a giornata di ritorno, esce sconfitta pesantemente dal Pala Chiarbola di Trieste. Rossoblù apparsi per 40’ (dal 7° al 47°) lenti, opachi e molto imprecisi al tiro: una squadra lontanissima parente di quella vista in campo appena sette giorni prima contro l’Eppan.
Eppure partivano bene i ragazzi di mister Giacinto De Santis che, nel giro di sette minuti, erano avanti 0-2 e avevano sciupato diverse occasioni per allungare, compreso un tiro dai sette metri: solo al 7°, infatti, arrivava la prima rete dei giuliani. La parte centrale della prima frazione di gioco era un vero e proprio botta e risposta tra le due compagini. Verso la conclusione del primo tempo, sospinti dal caloroso pubblico e dalle eccezionali parate di Modrusan (l’MVP della gara), i padroni di casa allungavano e andavano al riposo sul +5 (14-9).
Nei primi 15’ del secondo tempo la musica non cambiava. I fondani, praticamente, non scendevano in campo e il Trieste allungava sul +10 (26-16). A quel punto mister De Santis cambiava sistema di gioco: grazie a una 5/1 prima e a una 4/2 poi, ben applicata dagli uomini in campo, i rossoblù – nonostante il sette metri ed il contropiede parati da Modrusan – piazzavano un importante break di 1-5. Quando la partita sembrava cambiare verso con i fondani in palla ed i padroni di casa un po’ in affanno, su un’ottima difesa, un rimbalzo fortunoso finiva tra le mani di Popovic che siglava il +6: era la rete che tagliava le gambe a Soliani e compagni.
I giuliani, con la vittoria di sabato, hanno agganciano in classifica Eppan e Gaeta, portandosi di fatto ad una sola lunghezza dall’HC Banca Popolare di Fondi. In casa rossoblù, per chiudere nel migliore dei modi la stagione, serve qualcosa in più: serve la squadra vista in campo nelle ultime uscite prima di Trieste, con Lazic e Soliani sugli scudi.

🎙️ Soliani: “Quella di Trieste è stata una partita molto difficile, innanzitutto perché venivamo da una settimana particolare, con due giocatori acciaccati e altri influenzati e questo ha condizionato un po’ gli allenamenti – ha dichiarato a fine gara il portiere rossoblù –. Al di là di questo noi ci abbiamo provato, ma non ci siamo riusciti, perché loro giocano molto bene in casa e non siamo riusciti ad attaccare la difesa aggressiva. Con questi errori in attacco, abbiamo avuto difficoltà anche a fermare il loro gioco veloce, con il quale ci hanno fatto male in prima e seconda fase”. L’estremo difensore fondano ha pensato al futuro della squadra rossoblù: “Adesso abbiamo questa settimana per riprendere la buona condizione fisica e mentale per ricevere il Brixen tra due settimane in casa”.

Related posts

Leave a Comment