L’Hc Fondi liquida 33-30 la corazzata Bressanone

di francesco carnevale

Nulla è impossibile nella vita. E questo vale anche nello sport. Il sette rossoblù nella 19’ giornata del campionato di pallamano serie A1 liquida i temuti altoatesini del Bressanone. Un risultato importante 33-30 (pt. 18-13) che premia il sodalizion fondano. Il gruppo allenato dal tecnico Giacinto De Santis è stato autore di una gara eccellente e senza sbavature fin dall’inizio. Tanche che i padroni di casa sono sempre stati avanti nei parziali. Dopo i primi trenta minuti le squadre sono andate al riposo con un break di + 5 per i fondani. Nella ripresa, come spesso succede, il sette rossoblù ha avuto un calo di concentrazione favorendo il rilancio degli avversari. Infatti al 35’ Cutura segna dalla linea dei 7m il gol del pari (18-18). Mister De Santis cerca di organizzare le idee. Chiama il time out e riorganizza la squadra. Infatti a circa 10’ minuti dalla fine si riappropria del vantaggio fino alla fine. Protagonisti della bellissima vittoria sono stati tutti i giocatori. In particolare però i veri trascinatori sono stati un straordinario Oliveira, autore di ben 12 reti, a seguire uno scatenato Lazic con 8 e infine un sapiente regista Rosso con 4. Insomma un successo per l’Hc Fondi di vita importanza, che mette enorme pressione sulle avversarie nella lotta per la salvezza. Soddisfatto in sala stampa il coach De Santis. “vincere la partita contro il Bressanone a un grande significato sia per la classica sia per la maturità tale che stanno raggiungendo i ragazzi. Il Bressanone è una grandissima squadra che lotterà per il podio finale. Abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela con tutti e soprattutto con le squadre di testa. Complimenti ai ragazzi che hanno meritato questa partita. Ma anche alla società che da mesi e da anni sta facendo un grande lavoro”. Lo stesso conclude guardando al futuro. “Ora dobbiamo continuare su questa strada e non montarci la testa assolutamente no perché la strada è ancora lunga. Ma dobbiamo continuare a crescere e migliorare. Anche perché c’erano delle situazioni dove potevamo fare meglio. Complimenti a tutti i ragazzi per la meritevole vittoria”.

Related posts

Leave a Comment