Futsal Serie C2:È giusto o no riprendere i campionati? Il parere dei club del girone C

Dal portale Calcioa5live.com  dell’amico Vincenzo D’Avino  riportiamo le dichiarazioni degli addetti ai lavori per il girone C di C2, un campionato che secondo lo scrivente  saranno poche le possibilità  di concludersi in modo regolare visto che siamo a fine marzo e non si vedono eventi positivi  sugli infetti da Covid 19

LELE NETTUNO
Massimo Proietti (presidente):
 “Non vedo positivamente la ripresa del campionato, anche considerando il tempo che occorrerebbe per far riprendere la giusta forma alle squadre, ormai ferme da tanto. Un’alternativa sarebbe interrompere il campionato, facendo eventualmente giocare solo playout e playoff, e non lo dico per la nostra attuale posizione di classifica. Comunque sia, siamo pronti ad accettare tutte le decisioni, tranne quella di far riprendere un nuovo campionato senza vincitori né vinti”.

AMB FROSINONE
Valerio Scaccia (direttore sportivo): 
“La salute viene prima di ogni cosa, ma noi siamo per terminare i campionati, anche sforando il termine del 30 giugno”.

LIDO IL PIRATA SPERLONGA
Michele Schiappa (presidente):
 “Personalmente ritengo che i campionati dovrebbero riprendere nel momento in cui l’epidemia sarà stata debellata: la possibilità che si creino nuovi focolai è concreta, ci vuole poco”.

TECHNOLOGY
Luca D’Annibale (presidente): 
“Se tutto passa, per noi come per chiunque i campionati dovranno riprendere, anche se dovessero terminare nel mese di agosto: la voglia di tornare a giocare è tantissima”.

EAGLES APRILIA
Flavio Benedetti (vicepresidente):
 “La salute dei nostri atleti e staff viene prima di tutto, quindi ci atteniamo alle disposizioni nazionali”.

HERACLES
Marco Costa (presidente):
 “Il senso di responsabilità mi impone di raccomandare di seguire tutte le disposizioni che vengono emanate dalle autorità. Ci sarà il tempo per ritornare in campo, ma, ad oggi, bisogna solo plaudire le azioni e i comportamenti di tutti coloro che sono in prima linea contro l’epidemia e augurarci che finisca presto”.

SPORT COUNTRY CLUB
Daniele Varriale (vicepresidente):
 “Le priorità in questo momento sono altre, la salute in primis, ma è forte il nostro desiderio, a livello di squadra, di tornare presto a divertirci insieme sui campi da gioco. Nonostante tutte le difficoltà derivanti da questa situazione, speriamo di riuscire a portare a termine la stagione in corso”.

LATINA MMXVII FUTSAL
Beniamino Varano (direttore sportivo):
 “Il nostro pensiero è che i campionati siano già terminati in questo momento, anche perchè, purtroppo, ancora non sappiamo quando potremo uscire da tale situazione”.

BUENAONDA
Andrea Argentini (direttore sportivo):
 “Speriamo che questa situazione passi il più in fretta possibile. Se il campionato riprenderà, bisognerà ricominciare da dove avevamo lasciato, inserendo dei turni infrasettimanali per accelerare lo svolgimento delle giornate”.

REAL FONDI
Simone Vaccaro (presidente):
 “Nell’eventualità di una ripresa dei campionati, la nostra posizione è di non aderire. Il messaggio è chiaro: #restiamoacasa”.

ARENA CICERONE
Jacopo Lieto (direttore generale): 
“Riprendere il campionato sarebbe difficile sia a livello fisico che organizzativo: o si posticipa il termine per la conclusione della stagione regolare o bisognerà giocare ogni tre giorni”.

LEGIO SORA
Manuele Gismondi (presidente):
 “La nostra volontà sarebbe quella di concludere la stagione sul campo per raggiungere il nostro obiettivo, cioè la salvezza. Questa sospensione forzata, però, ci mette in grossa difficoltà, fisica e organizzativa con le varie strutture. L’impossibilità di allenarci di queste settimane ha fatto saltare tutta la programmazione, specialmente quella della sosta invernale. Di fatto, bisognerebbe ripartire da zero. Credo che non ci sia tutto questo tempo a disposizione, considerati anche gli impegni di Coppa Lazio, i playoff e gli eventuali playout”.

SPORTING TERRACINA
Massimo Caringi (presidente):
 “Noi riprenderemo solo se ci saranno le condizioni sanitarie adeguate e certificate dai vari Ministeri. Prima di tutto viene la salute”.

FLORA 92
Libero Polzella (presidente):
 “Anche se noi stiamo tutti bene, non credo ci siano le condizioni per ripartire. Fino a quando non si ristabilirà un minimo di normalità e fino a quando non potremo riprendere gli allenamenti non potremo neanche fare programmi”.

Related posts

Leave a Comment