Futsal Serie Femminile:Parla Michela Sacchetti “Virtus, mi manchi!!!”

In attesa di sapere come si chiuderà questa stagione, abbiamo lasciato la parola all’esperto centrale Michela Sacchetti che ci ha detto la sua sul passato, presente e futuro dell’attività.

“Sono ancora molto preoccupata per la situazione, anche se i dati ci confortano e ci fanno essere un po’ più ottimisti. E’ stato un grande spavento, oltre che una situazione surreale. Una settimana prima ci trovavamo a lavorare, a gioire ed abbracciarci per un gol, una settimana dopo chiusi in casa, a sentire notizie drammatiche e a vedere familiari ed amici solo in video chiamata.

Per quanto riguarda l’aspetto sportivo è veramente dura: mi manca il futsal, mi manca la Virtus, le compagne, le partite, gli allenamenti, insomma tutto. Era stata una stagione fantastica fino al lockdown, tantissime vittorie, il primo posto in classifica e tanta voglia di continuare a lottare per quel traguardo che pian piano era sempre più visibile. E poi lo stop. Noi continuiamo a video chiamarci quasi tutti i giorni, giocatrici, allenatori e dirigenti, per stare sempre in contatto, perché l’assenza si comincia a sentire, l’uno dell’altro. Ma ogni chiamata si conclude sempre allo stesso modo: cosa succederà? Quando verrà presa qualche decisione? Ma la risposta è sempre la stessa, purtroppo.

Io, personalmente, penso che non ci siano assolutamente i presupposti per continuare la stagione, non si può mettere a repentaglio la salute per qualcosa che, per quanto sia di vitale importanza, in fin dei conti non è, almeno per me, un lavoro. So bene che ci sono tanti altri discorsi da affrontare per poter decidere, gli sponsor, i rimborsi, le tempistiche, ma io credo fortemente che bisognerà iniziare a pensare alla prossima stagione. Ovviamente la domanda che tutti noi ci facciamo è: se tutto si fermerà come verranno designati i verdetti finali, in base a cosa? Certo è che se tutto dovesse bloccarsi definitivamente e non ci fossero promozioni, retrocessioni, assegnazioni di titoli, mi dispiacerebbe molto, significherebbe tanto lavoro e tanto sacrificio per nulla, ma non ci resta che attendere le decisioni federali.

A questo punto è tutto un’incognita, si fa difficoltà anche a parlare del futuro, senza sapere ancora se disputeremo la serie C, oppure di nuovo la serie D. l’unica cosa certa è che il mio cuore resterà rossoblù e anche la mia maglia nella nuova stagione”.

Related posts

Leave a Comment