⚽️𝘾𝙊𝙈𝙐𝙉𝙄𝘾𝘼𝙏𝙊⚽️ 𝘼𝙎𝘿 𝙁𝙊𝙉𝘿𝙄 𝘾𝘼𝙇𝘾𝙄𝙊

La scrivente Società in merito al periodo in cui l’emergenza COVID 19 ha stravolto le nostre abitudini, costringendoci ad un isolamento forzato, cambiando radicalmente il nostro modo di essere, di pensare e di agire, intende sottolineare e precisare alcune cose fondamentali, al fine di chiarire eventuali equivoci e soprattutto nefandezze, che in questa cosiddetta Fase 2, potrebbero venir fuori da falsenotizie e soprattutto da pseudo santoni che continuamente destabilizzano l’equilibrio, già messo a dura prova dal COVID 19, dei nostri ragazzi e delle loro famiglie. In primis ci riferiamo all’ultimo decreto del Governo, dove viene specificato al punto D che: l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, ovvero presso altre strutture ove si svolgono attività dirette al benessere dell’individuo attraverso l’esercizio fisico, sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a decorrere dal 25 maggio 2020. A tali fini, saranno emanate linee guida a cura dell’Ufficio per lo Sport, sentita la FMSI, fatti salvi gli ulteriori indirizzi operativi emanati dalle regioni e dalle province autonome, ai sensi dell’art. 1, comma 14 del decreto-legge n. 33 del 2020. Le Regioni e le Province Autonome possono stabilire una diversa data anticipata o posticipata a condizione che abbiano preventivamente accertato la compatibilita’ dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi; detti protocolli o linee guida sono adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali; ed inoltre al punto E:
per l’attuazione delle linee guida, e in conformità ad esse, le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate e gli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI e dal CIP, nonchè le associazioni, le società, i centri e i circoli sportivi, comunque denominati, anche se non affiliati ad alcun organismo sportivo riconosciuto, adottano, per gli ambiti di rispettiva competenza e in osservanza della normativa in materia di previdenza e sicurezza sociale, appositi protocolli attuativi contenenti norme di dettaglio per tutelare la salute degli atleti, dei gestori degli impianti e di tutti coloro che, a qualunque titolo, frequentano i siti in cui si svolgono l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere;
Quindi in base a quanto emanato dal Governo, viene individuata una data, quella del 25 Maggio 2020, relativa all’eventuale svolgimento dell’attività sportiva. Purtroppo parecchi si sono fermati a leggere solo questa prima frase, considerando il 25 Maggio 2020 come un “libera tutti”, e probabilmente presi dal desiderio di rimettersi in moto per fini esclusivamente economici. Il punto D del decreto parla chiaramente di Protocolli e di linee guida, il punto E del Decreto specifica tra l’altro, che l’attuazione delle linee guida è demandata a protocolli attuativi, per le società appartenenti a Federazioni Sportive Nazionali e via di seguito.
A questo punto vorremmo chiedere a tutti coloro che professano con animato entusiasmo l’inizio delle attività per il 25 Maggio 2020, prima di tutto a quale Federazione Sportiva Nazionale o a quale Ente di Promozione riconosciuto dal CONI appartengono, e soprattutto se le Federazioni di riferimento o gli Enti hanno divulgato un protocollo da attuare per la ripresa del 25 Maggio p.v.
Pertanto in merito a quanto esposto in precedenza, la scrivente Società, a supporto dei propri tesserati e delle loro famiglie, che in questo periodo così difficile ci hanno sempre mostrato vicinanza e fiducia, così come noi nei loro confronti, intende precisare quanto segue:
“Il Fondi Calcio è pronto a ricominciare in qualsiasi momento l’attività, ma lo farà solamente nel rispetto delle regole e soprattutto quando la salute dei nostri ragazzi potrà essere garantita e tutelata al cento per cento, senza nessuna ombra di dubbio. Il Fondi Calcio oltre ad essere Società Dilettanti
appartenente alla FIGC, è anche Scuola Calcio riconosciuta, in procinto di ricevere il riconoscimento di Scuola Calcio Elite, cosa che purtroppo si è interrotta a causa del COVID 19, ma che sta continuando regolarmente tramite incontri e riunioni in streaming e che avverrà entro la fine di questa
Stagione, quindi il Fondi Calcio
non può far altro che seguire e rispettare le regole che la nostra
Federazione stabilirà per l’apertura delle attività, ripetiamo rispettando le regole che verranno imposte e seguendo i protocolli che verranno indicati. Al momento non ci sono protocolli che indicano in
maniera chiara la ripresa delle attività, ed inoltre, a rafforzare la nostra tesi, ieri 20 Maggio 2020 il
Consiglio Federale della FIGC, ha messo la parola fine alla stagione 2019/2020 del calcio dilettante,
quindi non riusciamo a capire la necessità che purtroppo qualcuno mostra nel voler per forza iniziare l’attività il 25 Maggio 2020, ripetiamo, in assenza di Protocolli da seguire e soprattutto di certezze
sanitarie per i nostri ragazzi.
Ribadiamo ancora una volta il concetto che il Fondi Calcio appena verranno emanate le regole da parte della F.I.G.C., in merito alla ripartenza delle attività, sarà prontissima ad accogliere i propri ragazzi in un abbraccio così forte che di sicuro rappresenterà per noi e per loro più di una vittoria di un Campionato. Sappiamo perfettamente quanto sia duro questo momento, come sappiamo che lo stare senza di loro ci ha destabilizzati e non poco, come sappiamo che loro stanno soffrendo tantissimo,
e vi assicuriamo che in questa cosiddetta Fase 2, anziché vederli girovagare senza meta per le strade delle nostre città, avremmo preferito averli al campo, a gioire ed a divertirsi con noi, ma siamo coscienti e convinti, che se sappiamo attendere ed avere ancora un po’ di pazienza, tutto si risolverà
per il meglio e soprattutto secondo le regole, ed insieme torneremo più forti di prima.”
Un grande abbraccio a tutta la famiglia rossoblù con la promessa, che appena possibile, come tra l’altro abbiamo sempre fatto ci rivedremo tutti insieme, dai più piccoli alla nostra prima squadra, dai genitori ai nostri tecnici, ai nostri dirigenti, ai nostri addetti per poter insieme sorridere e dimenticare questo brutto e difficile momento.

Related posts

Leave a Comment