Serie A Beretta maschile: Sassari in vetta, anche Conversano corre veloce

Con Bolzano in sosta forzata, il primato della Serie A Beretta maschile passa di mano in mano. E diventa faccenda della Raimond Sassari, che vince in casa e scavalca momentaneamente Turkovic e compagni. Certo, l’8^ giornata tiene comunque tutto in bilico: Cassano Magnago perde la terza partita filata, Conversano ed Ego Siena spingono. E c’è anche Trieste, che ritrova il Chiarbola ed è sempre lì.

Il primo posto della Raimond Sassari matura grazie all’agevole 36-20 (p.t. 17-6) del Pala Santoru a spese della  Salumificio Riva Molteno. Troppa, la differenza emersa tra i due organici nel corso dei 60’. Sassari è concentrata, cinica, spietata. E già allo scoccare del 18’ con Nardin piazza l’affondo del 10-5. Marzocchini è letale nel contropiede del +11 sul finire di tempo. Spogliatoi, ma al rientro non cambia nulla. Dopo 45’ sempre sardi nettamente in vantaggio (27-15) e in controllo del match fino alla fine. Bolzano per ora guarda, ma il primato cambia proprietaria.

Tanti gol nel divertente 36-31 (p.t. 18-15) con cui Conversano supera la Santarelli Cingoli in casa, conquista la sesta vittoria in campionato e aggancia Bolzano in 2^ posizione. I pugliesi confermano il loro positivo stato di forma, ma non senza soffrire l’ormai consueta prestazione generosa dei marchigiani. È di Ivan Antic dalla distanza il gol con cui Cingoli al 49’ passa in vantaggio (28-27) dopo un match giocato punto a punto. Conversano si spaventa, ma non crolla e con Nelson finalizza il break di 2-0 che ribalta il match (29-28). Ancora pari sul 30-30. Poi segna Hamzic, che apre il parziale di 6-1 che spazza via Cingoli e i timori. L’ultima ciliegina è affidata all’estro di Radovcic, autore del pallonetto del 36-30 che anticipa l’ultima rete ospite e il fischio di fine partita. Conversano è sempre lì.

Quarta vittoria e quinto risultato utile messo in fila dalla Ego Siena. Questa volta è un colpo d’autore dei toscani, che al Palaestra tolgono punti e certezze al Cassano Magnago nel match più atteso del sabato. Finisce 28-24 (p.t. 13-15). Tradotto: sorpasso in classifica, con Siena che sale al quarto posto e che condanna i lombardi alla terza sconfitta consecutiva. Un problema non da poco, questo, per Davide Kolec e i suoi ragazzi in un campionato che non promette di far pesare certi passi falsi.  Anche i toscani di Dumnic, come Conversano, dimostrano di saper soffrire. Vanno al riposo sul -2, ma al rientro dall’intervallo cambiano completamente volto. E con esso la partita: parziale di 7-0. Al 42’ Kasa fa il 20-15 e Cassano Magnago non ha ancora segnato. Bisogna aspettare il 43’ per vedere Moretti sollevarsi e battere Pavani. Sul fronte opposto Marrochi, palla in mano, può inventare qualunque cosa: è suo il 26-21 al 54’. Cassano Magnago nel finale le prova tutte, ma non va oltre la 24esima rete firmata Bortoli al 59’. Non basta. Siena mette la freccia e corre via.

La parte alta della classifica si accorcia. Un po’ perché qualcuno – vedi Bolzano – è fermo, un po’ perché le contendenti tengono alti i battiti. È il caso di Trieste. Anche il Chiarbola riporta il sorriso in dote ai giuliani, protagonisti dell’autoritario 28-21 (p.t. 12-12) contro il Teamnetwork Albatro. Secondo successo messo in fila dagli alabardati. Un tempo per parte: i siracusani conducono sul 9-7 e sul 10-8, in entrambi i casi con Bobicic, col timer che dice 23’. Serve Dapiran, miglior marcatore dei giuliani con 7 reti, per insaccare il 12-12 di metà gara. Si va alla ripresa. Segna Hrovatin per il 16-13. Siracusa tiene ancora, resta lì aggrappata con unghie e denti al match. Ma Trieste ne ha di più: al 49’ è 21-19, ma al 55’ la squadra di casa è già fuggita via fino al 26-20 di Bratkovic. I punti diventano dieci. E le distanze si accorciano.

Secondo risultato utile consecutivo per lo Sparer Eppan. Quelli che gli altoatesini carpiscono in casa della Banca Popolare Fondi sono due punti di estrema rilevanza per gli equilibri della seconda metà di classifica. Vittoria col finale di 31-29 (p.t. 18-12) per gli uomini di Gagovic, che nelle battute conclusive prima tremano, dopo avere vanificato un doppio vantaggio (29-27) e avere incassato il 2-0 dei rossoblù laziali al rientro dal time-out, ma

subito dopo con Oberrauch ritrovano il vantaggio a 1’10’’ dal termine e sono bravi a serrare i ranghi sull’ultimo attacco di Fondi. Il gol di Brantsch dà la garanzia del 31-29 e della terza vittoria in stagione.

Per il quadro completo, tuttavia, bisognerà attendere i recuperi di Bolzano – Pressano e Brixen – Alperia Merano, i due derby del Trentino-Alto Adige rinviati per situazioni di accertata positività al Covid-19 nelle fila dei club bolzanino e brissinese.

ORA

PARTITA

RISULTATO

MATCH REPORT

h 18:00

Banca Popolare Fondi – Sparer Eppan

29-31

Download PDF

h 18:30

Raimond Sassari – Salumificio Riva Molteno

36-20

Download PDF

h 19:00

Ego Siena – Cassano Magnago

28-24

Download PDF

h 19:00

Trieste – Teamnetwork Albatro

28-21

Download PDF

h 19:00

Conversano – Santarelli Cingoli

36-31

Download PDF

Rinviata

Brixen – Alperia Merano

Rinviata

Pressano – Bolzano

La classifica aggiornata:

Raimond Sassari 13 pti, Bolzano 12**, Conversano 12, Ego Siena 11*, Cassano Magnago 10, Trieste 10, Pressano 8**, Sparer Eppan 6*, Brixen 4*, Santarelli Cingoli 3, Alperia Merano 3***, Acqua&Sapone Junior Fasano 2, Salumificio Riva Molteno 2*, Teamnetwork Albatro 2, Banca Popolare Fondi 2

*una partita in meno

**due partite in meno

***quattro partite in meno

Related posts

Leave a Comment