Futsal Serie B:Sconfitta casalinga per il Città di Fondi c5

Prima sconfitta casalinga per Pannozzo e compagni che soccombono in casa per 2-9 contro lo Junior Domitia.
Partita senza storia, compromessa già nel primo tempo terminato 0-5 e scivolata via nella ripresa tra nervosismi e tanta confusione.
Di seguito il commento di mister Bacolì post-partita:
“Non c’è tanto da dire quando una partita termina con questo risultato..sappiamo che ci aspetta una stagione complicata, spero la squadra riesca ad adattarsi presto alla categoria, non possiamo permetterci di compromettere una partita intera al prima momento di difficoltà, cosa successa anche ad Acerra.
Al contrario, credo sia giusto porre l’attenzione sull’atteggiamento della coppia arbitrale;in 13 anni di campionati nazionali, mai ho assistito a tanta arroganza, inadeguatezza e maleducazione.
Parliamo di una gara senza storia terminata 2-9 e giocata in maniera corretta da entrambe le squadre, eppure a leggere il referto, con 3-4 espulsi tra giocatori e staff, e 7-8 ammoniti sembra di parlare di una guerra.
Siamo in un momento difficile, le società stanno facendo sforzi immani per portare avanti le loro squadre, così come tutti noi che veniamo al campo ad allenarci tutti i giorni nonostante la paura potenziale di portare il virus nelle nostre case e vi assicuro che di tutto abbiamo bisogno meno che di vedere e subire questi atteggiamenti da parte degli arbitri;ribadisco che non si tratta di decisione sbagliate o meno, come il gol regolarissimo che ci è stato annullato sullo 0-0, quello può capitare, ma dell’atteggiamento di superiorità, la maleducazione mostrata per l’intera gara, del nervosismo procurato a tutti i componenti di entrambe le squadre per una “partita” che continuo a ripetere è terminata 2-9….
Spesso si è parlato del raggruppamento del nostro girone, sarei veramente curioso di vedere un atteggiamento del genere in qualche altro tipo di campo….mi auguro di non assistere più a situazioni mortificanti per tutti come sabato scorso, soprattutto in questo momento, dove i problemi sono già molti e riuscire a scendere in campo rappresenta un momento di felicità ed una parvenza di normalità per tutti quanti noi.”

Related posts

Leave a Comment