Dopo 11 anni torna la Boxe mondiale in Italia. A Fondi il match tra Magnesi e Kinigamazi.

Evento unico quello che si svolgerà a Fondi domani sera presso il palazzetto dello sport.  Il parquet del palazzetto sarà trasformato per una sera in un ring dove si affronteranno i due pugili.  In palio il mondiale IBO, superpiuma.  In realtà il match si doveva svolgere il 6 novembre.  Ma qualche giorno prima della sfida è arrivata la notizia che il pugile ruandese, Kinigamazi è stato colpito dal virus.  Negli ultimi giorni lo sfidante svizzero-ruandese ha effettuato un altro test risultato questa volta negato. Gli organizzatori hanno deciso la fatitica data del 27 novembre.  Nel frattempo il pugile italiano non si è fermato negli allenamenti e nel perfezionare la tattica per affrontare lo sfidante Kanigamazi.  Michael Magnesi, comunque, il 27 novembre prossimo sarà sul ring per conquistare la cintura più ambita, quella iridata.  L’imbattuto “Lonewolf” Magnesi, originario di Palestrina, cresciuto a Cave e residente a Civitavecchia, già campione italiano, campione del Mediterraneo IBF, campione intercontinentale IBO e campione internazionale WBC Silver, se la vedrà con l’avversario designato, che non conosce sconfitta dal 2012.  Prima di indossare i guantoni, i due pugili nei giorni precedenti non se le sono mandate a dire. Infatti in vista del match per il titolo iridato, l’atmosfera si è infiammata.  Ad aprire le danze ci ha pensato il pugile svizzero-ruandese Patrick Kinigamazi.  “La sola possibilità che ha di battermi è che riceva la vittoria su un piatto d’argento dai tre giudici italiani, ma se vogliamo parlare solo di boxe non può battermi”.  La replica non è tardata ad arrivare da parte del campione  Michael Magnesi.  “Patrick è molto ottimista.  Pensa di arrivare ai punti, ma non ha capito che il match finirà prima del limite”.  Ma in attesa di salire sul ring i due pugili hanno effettuato la pesatura di rito.  Il primo è stato l’italiano Michael Magnesi, con 17-0-0 incontri per un peso di 58 Kg. Mentre 58,600 per lo svizzero-ruandese Patrick Kinigamazi. L’evento si è svolto nel pomeriggio del 26 novembre presso Le Cinéma Café di via Diversivo Acquachiara, uno dei locali della catena di ristorazione main sponsor della riunione, oltre che dello stesso Magnesi.  Prima delle vigilia i due pugili hanno rilasciato alcune dichiarazioni.  Il primo è stato lo sfidante Kanigamizi.  “A causa dello stop, sono stato fermo almeno 10 giorni.  E’ stato un momento difficile ma non è mai mancato l’ottimismo.  Fisicamente e mentalmente sto bene. Magnesi è un buon pugile, ma in carriera ne ho incontrati di più forti, e quindi non lo temo”.  La replica di Magnesi è stata: “sono pronto e concentrato.  Il rinvio dell’incontro è stato pesante, ma alla fine, grazie anche al duro allenamento, sono arrivato fino qui senza problemi.  Mi sono affidato completamente ai miei allenatori, non mi interessa quello che dice l’avversario”.  Il tutto, ovviamente si è svolto a porte chiuse per via dell’emergenza sanitaria coronavirus.  

Related posts

Leave a Comment