Consiglio Federale del 28 novembre:contributi alle società sotto forma di Voucher

Il Consiglio Federale della FIGH si è riunito oggi (sabato) in video-conferenza. In quella che ha rappresentato l’ultima seduta del quadriennio olimpico 2017-2021 e in vista della 31^ Assemblea Nazionale elettiva del prossimo 7 dicembre a Roma, il Presidente Federale, Pasquale Loria, ha aperto i lavori rivolgendo il proprio ringraziamento ai membri del Consiglio, al Collegio Revisori dei Conti e alla struttura federale per il proficuo e appassionato lavoro svolto in questi anni.

Nel corso delle sue comunicazioni, il Presidente Loria ha aggiornato il Consiglio Federale circa le interlocuzioni avute nei giorni scorsi con i vertici di Sport e Salute, nella persona del suo Presidente Vito Cozzoli, nel corso delle quali sono stati definiti i contributi ulteriori assegnati alle Federazioni Sportive Nazionali al fine di fare fronte alle esigenze dettate dalla pandemia Covid-19. Nel dettaglio, la FIGH potrà disporre di un contributo pari a 800mila euro, di cui una parte, corrispondente a 200mila euro, destinata a garantire un rilevante supporto ai club e in particolare con l’obiettivo di favorire la pratica sportiva dei giovani tra 5 e 17 anni – con priorità per il settore femminile – e delle categorie deboli. L’apporto complessivo a favore delle società è stimato complessivamente in 230mila, con una integrazione rispetto alle risorse di Sport e Salute garantito attraverso economie individuate nel budget federale.

Individuati nelle settimane scorse gli aspetti relativi al protocollo sanitario dei campionati di Serie A Beretta e Serie A2 – per quest’ultima l’obbligatorietà del tampone entrerà in vigore in coincidenza con la prossima giornata del 12 dicembre –, il Consiglio Federale ha approvato una serie di misure improntate alla massima flessibilità e volte a favorire la ripresa delle attività nei campionati di area.

Nello specifico, in ragione dello slittamento dell’inizio dei campionati giovanili e di area al gennaio 2021, viene data facoltà agli stessi responsabili organizzativi di proporre alla Federazione:

  • formule con un numero di gare inferiore a quello attualmente previsto dal vademecum (14)
  • proroga dei termini di conclusione delle varie fasi di area, sempre tenendo ferme tuttavia le date già fissate delle Finali Nazionali giovanili
  • opportunità di ricorrere a formule a concentramenti anche per i campionati U17 e U19 maschili
  • nuove disposizioni in materia di numero minimo di giocatori a referto nei campionati di Serie A2, Serie B e giovanili, limitatamente comunque a situazioni generate dall’emergenza Covid-19

Approvata, inoltre, la riapertura fino al 15 gennaio 2021 dei termini per l’iscrizione ai campionati U13 maschile, femminile e mista, con l’obiettivo, in questa fase delicata, di favorire ulteriormente la pratica della pallamano.

Per ciò che riguarda l’attività delle Squadre Nazionali, a seguito della variazione del calendario dell’Italia maschile e dell’anticipo al 6/7 e 9/10 gennaio delle due sfide contro la Lettonia valide per le qualificazioni agli EHF EURO 2022, è stata approvata l’organizzazione di due nuovi stage: gli azzurri si ritroveranno dal 20 al 23 dicembre nel Centro Tecnico Federale di Chieti e dal 27 al 30 dicembre al Pala Tacca di Cassano Magnago.

VOUCHER PER 230MILA AI CLUB: STABILITI I CRITERI – Un totale di 230mila euro a disposizione dei club, sotto forma di voucher, con l’obiettivo di favorire la pratica sportiva tra i giovani e tra le categorie deboli. È quanto, dunque, la FIGH metterà a disposizione delle società a partire dalle prossime settimane secondo le modalità illustrate dal Presidente Federale, Pasquale Loria, nel corso della riunione del Consiglio Federale svolta oggi.

La somma complessiva è in larga parte frutto della contribuzione assicurata da Sport e Salute alle Federazioni Sportive Nazionali nell’ambito delle misure di aiuto finalizzate ad affrontare la pandemia Covid-19. Nel dettaglio, da Sport e Salute arriveranno 200mila euro del totale, integrati da 30mila euro aggiuntivi individuati dalla FIGH quali economie all’interno del budget federale.

Finalità del contributo: sviluppare l’accesso allo sport di specifiche categorie (giovani tra i 5 ed i 17 anni, donne, over

65, disabili). Nel dettaglio, l’obiettivo specifico della Federazione è quello di favorire l’incentivazione dell’attività di atlete e atleti fino ai 17 anni, in particolare attraverso l’erogazione di contributi che, attraverso le ASD/SSD attive sul territorio, consentano di applicare sgravi sulle quote individuali dovute per la partecipazione alle attività̀ sportive agonistiche. In definitiva, una importante opportunità per le società di favorire la pratica sportiva dei propri tesserati, riducendo la richiesta economica nei confronti delle famiglie per lo svolgimento dell’attività.

L’accesso al contributo è stato assicurato a quelle società che alla data del 26 novembre scorso avevano tesserato un numero minimo di 16 atlete o atleti – o multiplo di questo valore – appartenenti alle categorie U13, U15 e U17, a condizione che questi stessi club risultassero iscritti ad almeno un campionato sempre tra quelli U13, U15 o U17 del genere (maschile\femminile) dei tesserati.

Il Consiglio Federale di oggi ha perciò approvato le condizioni di accesso al fondo, come anche la formula di assegnazione dei contributi alle singole società. Il calcolo del contributo per il singolo club tiene conto dei mesi di attività per il periodo gennaio-maggio (5), il numero di atleti tesserati (16 o multipli) e un valore standard della quota individuale stimato in 12,5 euro per atleta nel maschile e 17,5 euro nel femminile.

Tradotto: i sodalizi in possesso dei requisiti previsti riceveranno un contributo minimo di mille euro nel caso di tesserati maschili e di 1.400 euro sul fronte femminile. Tale cifra di base sarà tuttavia aumentata in proporzione al numero di tesserati, variabile naturalmente da club a club.

“Si tratta di un aiuto importante in un momento che tutti sappiamo essere molto delicato per le società e per le famiglie”, ha spiegato il Presidente Loria. “Questo contributo va proprio in questa direzione: garantire un sostegno alle ASD/SSD per alleggerire il peso degli oneri organizzativi e, di riflesso, il peso economico che grava sui genitori nell’affrontare i costi derivanti dalle quote mensili di ragazze e ragazzi. Come Federazione abbiamo recepito le indicazioni derivanti da Sport e Salute, dettagliate in una recente riunione avuta con il Presidente Cozzoli, adattandole ovviamente agli obiettivi specifici del nostro sport e in particolare alla necessità di favorire la pratica sportiva tra i giovani fino ai 17 anni di età. Siamo inoltre soddisfatti per essere riusciti ad integrare il contributo con ulteriori 30mila euro recuperati all’interno del budget federale”.

A margine dell’approvazione dei criteri, “come Consiglio Federale – conclude il Presidente – abbiamo previsto che di avviare già a partire dalla prossima settimana il conteggio dei contributi spettanti a ciascuna società e le procedure di accreditamento, così da assicurare questo sostegno nel più breve tempo possibile”.

Related posts

Leave a Comment