Serie A Beretta femminile: Salerno fa suo il big match del sabato contro Bressanone

Tre partite giocate non sono abbastanza per offrire un quadro completo della 24^ giornata di Serie A Beretta femminile, ma i due punti incamerati dalla Jomi Salerno a spese del Brixen Sudtirol sono la prima (e pesante) mattonella posizionata dalle campane nell’accesso ai play-off da capolista. Il tutto, va detto, in una partita comunque equilibrata e in cui le ospiti vendono carissima la pelle.

Sì, perché nonostante le assenze di Bressanone – fuori Ghilardi e Hilber – al Pala Palumbo viene fuori un duello vietato ai deboli di cuore. Lo vince la 24-23 (p.t. 11-13) la Jomi Salerno, che in classifica allunga in vetta. Ora è +3 proprio sulle altoatesine, che sprecano quasi con ingenuità l’ultimo possesso. Vanificata la parata di Prünster su Romeo, perché dall’altro lato non solo non arriva il gol, ma manca il tiro. Merito della difesa campana che serra i ranghi. La squadra di Noessing getta il cuore oltre l’ostacolo, va al riposo avanti 13-11. A Salerno servono tre giri di lancetta nel secondo tempo per girarla: 16-14 – segna Ferrari – per il break (4-0). La partita si rovescia, Gomez segna due volte per il 23-19. Poi Napoletano: 24-20. Sembra fatta, ma Bressanone risponde con un altro break (3-0) concluso da Vegni al 56’. Negli ultimi tre minuti non segna nessuno. Salerno regge, Bressanone spreca. Primo posto e tre punti di vantaggio per le ragazze di Avram.

Il derby veneto ferma la corsa della Cellini Padova, sconfitta 24-20 (p.t. 15-6) in casa delle Guerriere Malo. Seppur tranquille, le vicentine mettono un’altra seria ipoteca sulla loro permanenza in Serie A Beretta. I gol pesanti passano per le mani di due veterane: Belotti e Losco, autrici di sette reti per parte. Malo scappa sul 10-3 al 16’, sul 12-4 dopo 21’ e nella ripresa tiene all’accenno di reazione delle patavine. Padova riduce lo svantaggio, ma è una rimonta infruttuosa: le sfuriate delle ospiti non vanno oltre il 24-20 finale.

Nelle tre partite del sabato c’è spazio ancora per la carica suonata da Leno. Merito del 22-15 (p.t. 9-9) contro la Santarelli Cingoli. Pochi gol, ma del resto è una sfida-salvezza e la posta in palio è alta. Le marchigiane pagano le tante settimane di stop. Le bresciane, invece, patiscono per un tempo. Poi, con Kyryllova e Turina, trovano le reti dell’allungo che vale i due punti e l’aggancio a Padova. E la Serie A Beretta di chi lotta per non retrocedere continua ad essere esaltante per equilibrio e incertezza. A proposito: in tutto questo rientra anche il match di domani tra AC Life Style Erice e Cassano Magnago – lombarde a caccia di punti preziosi – nell’unico match della domenica in rosa.

ORA

PARTITA

RISULTATO

MATCH REPORT

sabato 27 marzo

h 18:30

Jomi Salerno – Brixen Südtirol

24-23

Download PDF

h 18:30

Guerriere Malo – Cellini Padova

24-20

Download PDF

h 20:30

Leno – Santarelli Cingoli

22-15

Download PDF

domenica 28 marzo

h 14:00

AC Life Style Erice – Cassano Magnago

Rinviata

Nuoro – Ariosto Ferrara

Rinviata

Cassa Rurale Pontinia – Mechanic System Oderzo

La classifica attuale con le partite giocate da ciascuna squadra:

Jomi Salerno 35 pti (19 partite), Brixen Sudtirol 32 (21), Mechanic System Oderzo 30 (18), AC Life Style Erice 28 (19), Alì-Best Espresso Mestrino 23 (19), Cassa Rurale Pontinia 22 (17), Ariosto Ferrara 18 (19), Guerriere Malo 18 (21), Cassano Magnago 10 (18), Cellini Padova 9 (19), Leno 9 (19), Nuoro 6 (19), Santarelli Cingoli 4 (16)

Related posts

Leave a Comment