Prima Categoria : La Pgs Donbosco contesta l’assegnazione delle poche ore settimanali per allenamenti tra prima squadra e giovanili al Riciniello

La Asd PGS Don Bosco Gaeta ha appreso in data odierna a mezzo comunicazione ufficiale inoltrata dal Comune di Gaeta, l’assegnazioni delle fasce orarie per la fruizione del campo sportivo comunale “Riciniello”. Con grande stupore ed estremo rammarico, il comune decideva di assegnarci soltanto poche ore settimanali da suddividere tra il settore giovanile e la prima SQUADRA (Prima Categoria). L’incredulità per tale decisione deriva dal fatto che il responsabile di settore non ha tenuto minimamente conto della richiesta effettuata nei termini previsti da questa Asd ed inoltre gli spazi e le fasce orarie assegnate in confronto con le altre società sono del tutto squilibrate in rapporto agli effettivi iscritti e i gruppi squadra partecipanti ai vari campionati oltre che alle effettive esigenze di spazio per effettuare attività in conformità a quanto disposto dalle norme figc (grandezza campo per gare a 9, gare a 7 ecc). Per avvalorare tale nostra affermazione basti pensare che a fronte di quasi #230 iscritti tra scuola calcio, prima squadra, scuola calcio integrata per disabili, mini rugby, il comune ha ritenuto consono assegnare nr. 1 ora e 45 minuti per il settore giovanile (con inizio alle ore 14.30) e nr 3 ore per la prima squadra (2 allenamenti), che ricordiamo essere iscritta da oltre 10 anni nel campionato regionale di 1 categoria!!! Inoltre il comune ha tenuto bene a precisare che le fasce di età dei bambini nati dal 2010 in poi si potranno allenare nei campetti posti dietro le porte, di cui si disconosce se omologati e cmq non recintati e obsoleti per ragazzi di 11 anni. L’unica società sportiva calcistica nel comune di Gaeta ad effettuare attività con quelle fasce di età siamo proprio noi, strana coincidenza?!
Riteniamo pertanto che una società storica (1963) come la Pgs, insignita tra i vari riconoscimenti anche della medaglia di bronzo dal.CONI al valore sportivo (2019) e tutti i suoi circa 230 tesserati, non possano essere trattati come una pezza da piedi dalle decisioni di affidamento degli orari del Riciniello dall’Amministrazione Comunale, con l’applicazione in modo distorto e strano di un Regolamento Comunale ridicolo nei contenuti!
VERGOGNATEVI.
Sicuramente la situazione non finirà con l’accettazione passiva di quanto disposto. Intraprenderemo ogni azione necessaria per tutelare gli interessi della ns Asd, dei tesserati, degli allenatori e dirigenti, delle famiglie di Gaeta e dei dintorni che ci hanno dato fiducia e credono nel nostro reale progetto sportivo, sociale ed educativo e non nelle farse! Chiunque ne voglia sapere di più avrà da noi ogni documentata spiegazione, che i nostri legali presenteranno nelle sedi opportune.

 

Related posts

Leave a Comment